CONDIVIDI

Sette mesi. Sette lunghi mesi da quando Alessio Lava ha fatto le valige ed è partito, destinazione Costa Rica. Vi avevamo già raccontato (leggi qui) della storia e della forza d’animo di questo ragazzone che assieme alla fidanzata nativa del luogo, aveva deciso di voltar pagina, di abbandonare il calcio del Bel Paese per giocare nella Liga de Ascenso. Augurandogli un grosso in bocca al lupo, dcfnews salutava un talento del calcio nostrano, ex conoscenza del Grassina, alle porte del calcio costaricano. Un giovane che oggi possiamo senza alcuna esitazione definire “il bomber dei due mondi”, “l’uomo dei record”.

Infatti, dopo essere diventato il primo italiano di tutti i tempi a segnare nel campionato Costaricano (a soli cinque minuti dal suo ingresso in campo), lo scorso 21 gennaio Alessio è entrato nuovamente nella storia della nazione con non una, non due, non tre ma ben quattro reti e (se non bastasse) un assist a coronare la prestazione, conferma che il ragazzo segna e fa segnare consentendo alla propria squadra di guadagnare i primi tre punti nel campionato di clausura dopo tre sconfitte consecutive.

Scorrendo sul suo profilo Facebook, tra le foto di paesaggi mozzafiato, gol e interviste in lingua spagnola, non mancano i messaggi d’affetto alla famiglia che dall’Italia, così come la nostra redazione, lo segue a distanza e ne ammira le imprese che domenica dopo domenica vedono il biondo attaccante dell’A.D. Juventud Escazucena esultare di fronte a circa 20mila spettatori.

Conosciuto dagli addetti ai lavori del calcio professionistico Toscano grazie ai tantissimi gol, il bomber dei due mari è oggi un bel rimpianto per chi non ci ha creduto fino in fondo, un rimpianto del calcio italiano che il nuovo mondo per il momento si coccola e si tiene stretto.