Le cene fatte col cuore: un paese riunito nel ricordo di Francesco...

Le cene fatte col cuore: un paese riunito nel ricordo di Francesco Russo.

622
0
CONDIVIDI

Queste sono le Cene con la “C” maiuscola.
Sono quelle cene che ti strappano un sorriso accompagnato da una lacrima.
Sono quelle cene dove tutto il paesello si riunisce.
Sono quelle cene belle davvero, perché sono fatte col cuore.

Proprio ieri sera al CRC Pozzolatico si è svolta l’8° cena di beneficenza in memoria di Francesco Russo e noi, nel nostro piccolo, eravamo presenti.
Vedere tanti giovani imprunetini che organizzano e partecipano ad una cena di questo calibro è sempre una bella emozione ma vedere che lo fanno col sorriso è ancora più bello e, come ogni anno, sono riusciti ad omaggiare nel migliore dei modi il loro amico Francesco.

Sotto quel tendone ieri sera erano riunite oltre 350 persone tra parenti, amici, conoscenti e compaesani; eravamo seduti tutti fianco a fianco con l’unico scopo di ricordare quegli occhi celesti, quel sorriso e quel ragazzo dall’animo buono scomparso troppo presto.

Il ricavato della cena dell’anno precedente venne utilizzato per acquistare un defibrillatore per la comunità, mentre quest’anno l’incasso verrà diviso equamente tra le associazioni locali (Gli Amici di Lapo Onlus, Associazione Onlus Impruneta Africa- Amici del Villaggio della Speranza e Comitato Selma.C) con una novità in più; come ha spiegato Stefano Torrini durante la cena, l’Associazione Onlus Africa Impruneta-Amici del villaggio della speranza ha “messo in palio” ben due viaggi per la Tanzania, con lo scopo di far conoscere sul posto la realtà in cui l’associazione opera.

Questi ragazzi vanno solo ringraziati, come ha detto Gaia dell’associazione Gli Amici di Lapo Onlus, perché sono una forza della natura, con poco riescono a fare tanto e sempre col sorriso stampato.
Dopo aver dato da mangiare a più di 350 persone e dopo aver fatto una lotteria coi fiocchi con bellissimi premi, si sono anche ricordati che ieri era il compleanno del capitano del team Basket Impruneta, Cosimo Vergelli e non sono mancati i brindisi ed una golosa torta al cioccolato.

“Voglio però ricordarti com’eri… Pensare che ancora vivi… Voglio pensare che ancora mi ascolti e che come allora sorridi”; una frase che ormai è diventata “proprietà” di Francesco Russo, eterno amico, eterno imprunetino ed “Eterno 7”.