La zampata di Migliorini lancia l’Atletico Impruneta nelle zone nobili della classifica

La zampata di Migliorini lancia l’Atletico Impruneta nelle zone nobili della classifica

Il capitano biancoverde decide la sfida dello stadio dei Pini con un gol da rapinatore d'area nella seconda frazione. Adesso l'Atletico è quarto in classifica

716
0
CONDIVIDI

PRIMA CATEGORIA – 5 giornata GIRONE C
ATLETICO CALCIO IMPRUNETA vs. PONTE RONDINELLA MARZOCCO 1-0
Marcatori: Migliorini (ACI)
Arbitro: Leoni (sezione di Pisa)

ATLETICO CALCIO IMPRUNETA

1 Stefanelli
2 Leoni
3 Fawaz
4 Tinagli
5 Migliorini
6 Pinzauti
7 Cecconi
8 Pratesi
9 Pesalovo
10 Banchetti
11 Casentini

A disposizione: 12 Fiani, 13 Grifoni, 14 Casamonti, 15 Fioravanti, 16 Ciangherotti, 17 Triboi, 18 Torrini.
Allenatore Perini

PONTE RONDINELLA MARZOCCO

1 Ciurli
2 Posarelli
3 Pezzi
4 Pecci
5 Gloria
6 Marchi
7 Fialdini
8 Diegoli
9 Pifferi
10 Bencistà
11 Fanfani

A disposizione: 12 Landi, 13 Annunziato, 14 Daly, 15 Grassi, 16 Campana, 17 Martelli, 18 Brinzaglia.
Allenatore Colicigno

Giornata primaverile in quel di Impruneta, clima perfetto per giocare a calcio, eppure l’avvio è tutt’altro che memorabile… prime battute avare di occasioni, le due squadre si studiano a vicenda senza scoprirsi. Il tecnico di casa Perini, cultore della difesa a tre, sfodera per l’occasione un compatto 442 di sacchiana memoria che gli uomini in maglia biancorossa non riescono a scardinare.

Al 18esimo primo squillo offensivo dei padroni di casa, punizione conquistata poco fuori il limite dell’area. Soluzione a giro di Banchetti che supera la barriera ma non inquadra lo specchio per un paio di decine di centimetri. Niente da fare per il tanto chiacchierato numero 10.
Gli ospiti faticano a costruire azioni fluide, la cerniera di centrocampo raramente ha la possibilità di giocare fronte alla porta di Stefanelli, il tecnico Colicigno mette mano al suo scacchiere tattico invertendo gli esterni di fascia.
27′ bella torsione di Pesalovo in area di rigore. Il numero 9 riceve palla e senza pensarci due volte si esibisce in un’acrobatica semirovesciata che Ciurli disinnesca in due tempi. Applausi a scena aperta per i padroni di casa dagli spalti dello Stadio dei Pini.
Superata la mezz’ora di gioco, timide proteste da parte dell’Atletico per un atterramento sospetto ai danni di Pesalovo nel cuore dell’area piccola. Il centravanti, dopo aver preso il tempo al suo avversario viene leggermente trattenuto dal suo marcatore e si lascia cadere. Contatto però non ritenuto punibile con la massima punizione.
La prima occasione per Ponte Rondinella Marzocco arriva al 35esimo, Diegoli serve Fanfani completamente solo al limite. Soluzione di destro di prima intezione che non inquadra la porta, forse tradito da un rimbalzo irregolare del pallone.
Al 41esimo Casentini riceve su una verticalizzazione di Pinzauti e scarica per Cecconi che supera due avversari in slalom e conclude dai 20 metri, tiro smorzato da un avversario e sfera che finisce tra le braccia di Ciurli.
Negli ultimi scampoli di prima frazione la Rondinella conquista palle inattive su palle inattive senza creare particolari patemi alla porta di Stefanelli.

Subito un cambio tra i padroni di casa, dentro subito Casamonti al posto di Tinagli, con Fawaz spostato come interno di centrocampo.
Ed è proprio Casamonti a creare la prima occasione della ripresa: Fawaz allarga per ilneo entatrato che dal vertice destro dell’area conclude di collo pieno in direzione del secondo palo. Il siluro del numero 14 finisce di poco a lato. Ritimi altissimi in questo secondo tempo, i due schiaramenti si fronteggiano a viso aperto.
Al nono, attimi di caos a metà campo con l’arbitro Leoni che assegna prima una punizione in favore dell’Impruneta per fallo di Pecci su Casentini, poi inverte la decisone. Battuta rapida dei biancorossi con un lancio in direzione di Fialdini che da posizione defilata cerca la rete sblocca-risultato. Tentativo distante dallo specchio.

Il gol è nell’aria e allo scoccare dell’ora di gioco arriva la rete che rompe gli equilibri. Punizione conquistata da Cecconi e battuta da Banchetti, cross profondo sul secondo palo per il tiro cross di un compagno, la palla balla sulla riga di porta per qualche istante che sembra un eternità prima che Migliorini la scaraventi in fondo al sacco. Vantaggio meritato per gli uomini di Perini ed esultanza rabbiosa, alla Bonucci, per capitan Migliorini.
Doppio cambio nel giro di cinque minuti per i padroni di casa, entrano prima Torrini e Grifoni poi per Cecconi e Pratesi, forze fresche a metà campo per arginare la rabbiosa reazione del Ponte Rondinella.
Al 70esimo rete annullata a Casentini per fuorigioco. Banchetti sull’out sinistro salta secco il suo avversario, converge verso il centro e libera un missile a filo d’erba che si stampa sul palo. Sulla ribattuta del “legno” arriva Casentini che da due passi realizza il 2 a 0. Leoni di Pisa però alza il braccio e annulla per offside.
Gli animi dentro e fuori il rettangolo verde si surriscaldano e Colicigno viene allontanatato dal campo dal direttore di gara.
Nell’ultimo quarto di gara forcing dei biancorossi che cercano in tutti i modi il gol del pari. Nel giro di due minuti, doppia occasione ospite. Al 77esimo brivido per i tifosi di casa, conclusione potente di Bencistà che non inquadra lo specchio. Al 79, sugli sviluppi di corner respinta al limite dell’area della difesa biancoverde, appostato ai 16 metri c’è Fialdini che senza pensarci due volte libera il tiro di collo pieno. Palla ancora sul fondo.
Si gioca in una sola metà campo, la Rondinella è in costante proiezione offensiva ma i biancoverdi si difendono con ordine e dopo tre minuti di recupero senza emozioni i padroni di casa portano a casa i tre punti grazie alla zampata del suo capitano! Vendicato, sportivamente parlando, il precedente di un mese fa in Coppa Toscana che terminò con lo stesso risultato ma in favore della Rondinella.

Con questi tre punti l’Atletico Impruneta compie un altro significativo balzo in classifica andando ad occupare la quarta posizione in classifica, in piena zona playoff insieme a Ideal Club Incisa, Lebowski e Dicomano con la Nuova Novoli capolista solitaria ma con i biancoverdi distanti solo 3 lunghezze dalla vetta. Il week end prossimo gli uomini di Perini saranno impegnati nel derby del Chianti contro la Grevigiana, il secondo big match consecutivo per il club di Via Vittorio Veneto e che dirà tanto delle ambizioni di entrambe le squadre.

CONDIVIDI
Articolo precedenteJuniores Elite, Antella che carattere! Vittoria di rimonta contro l’Atl. Cenaia
Articolo successivoEccellenza, succede tutto in 120 secondi: l’Antella sbaglia, l’Aglianese no!
Nato a Bagno a Ripoli il 20 Ottobre 1994, amante del calcio in tutte le sue sfumature, ho passato buona parte della mia vita sui campi della Toscana a smistare palloni, e a prendere qualche salutare pedata. Una carriera scolastica eterogenea, iniziata come geometra ed evoluta come studente di scienze politiche della facoltà di Firenze. Nella vita poche cose sono certe ma su una vado sul sicuro, ho passato più ore a giocare a calcio che sui libri. Col tempo ho coltivato la passione per il giornalismo, lavorando nella redazione sportiva dell'emittente televisiva di Italia 7.