Eccellenza “Girone B”: sentenze? Tutto rinviato alla prossima stagione calcistica

Eccellenza “Girone B”: sentenze? Tutto rinviato alla prossima stagione calcistica

Storia di una giustizia che non s'ha da avere

805
0
CONDIVIDI

Ripercorriamo i capitoli precedenti, tutto ebbe inizio dalle intercettazioni telefoniche a Giusti, ex presidente della Sestese in merito al tesseramento di ragazzi extracomunitari per poi scoprire un’intricata trama di corruzione.
Due filoni di indagine dunque: frodi sportive nel fascicolo aperto dai pm di Prato e vari tipi di illeciti sportivi per quanto riguarda la procura federale. Ma tralasciamo un attimo l’inchiesta in merito al tesseramento di baby calciatori ivoriani nelle quali pare siano coinvolte solo Prato e Sestese e concentriamoci sull’indagine in merito alla scossa tellurica che ha fatto tremare il sistema dilettantistico toscano. In primis, Filippo Giusti per responsabilità diretta, stesso capo d’accusa mosso al presidente del Firenze Ovest Pietro Colzi.
Per quanto riguarda il campo della responsabilità oggettiva l’elenco è molto più lungo: da Stefano Fiorini (preparatore atletico della Fiorentina e molto vicino alla causa del Porta Romana, tanto da promettere un premio alla Bucinese affinchè battessero due dirette concorrenti della squadra arancionera alla lotta salvezza, Lastrigiana e Figline Valdarno), passando per squadre come Bucinese, Zenith Audax, Foiano, Firenze Ovest, Aglianese, Grassina (alla quale, è bene distinguere, si contesta soltanto l’omessa denuncia).

Soldi promessi a giocatori per dare il massimo o perdere intenzionalmente, alterare la contemporaneità dei campi posticipando l’inizio delle sfide per conoscere il risultato delle dirette concorrenti fino a tentare di corrompere il direttore di gara dello scontro diretto… Accuse che si fondano sulle intercettazioni che la procura di Prato ha trasmesso alla giustizia sportiva. In ballo deferimenti, sanzioni e penalizzazioni. Quasi 365 giorni dopo, arriviamo alle parole rilasciate dal Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Toscana Mangini ai nostri colleghi di Sportakm0, che a 90 minuti dal termine del campionato di Eccellenza getta la spugna e si arrende all’esasperante, è proprio il caso di scriverlo, lentezza della giustizia sportiva. Una stagione dopo nulla è cambiato e nulla cambierà, l’Aglianese è campione del girone B, Porta Romana e Sestese disputeranno i playoff, la Bucinese disputerà i playout. Dopo aver vissuto il campionato attuale con il fiato sospeso in attesa delle sentenze che avrebbero ridisegnato le classifiche e riscritto il destino sia delle squadre coinvolte nell’indagine della Giustizia Sportiva sia di quelle società che invece dovranno pagare sul campo i tempi lunghi della giustizia: giocando magari i playoff contro una squadra che avrebbe dovuto avere punti di penalizzazione (fino a retrocedere direttamente, come preventivato per la Sestese) o addirittura retrocedendo al posto di società colpevoli.

Presidente Mangini, foto tratta dal sito Toscanagol.it

Mangini, in merito, ha affermato che per il Comitato Regionale Toscano sarebbe stato opportuno (e giusto) che le sanzioni arrivassero nel campionato corrente e non, come invece sarà, in tempi successivi. Il finale della vicenda, invece, è in salsa classica all’italiana: una storia di giustizia sportiva nel quale il termine “giustizia” riesce a latitare più dell’aggettivo “sportivo”. Nell’arco della stagione calcistica 2017-18, se ne sono sentite di ogni:  voci, dicerie e date fissate per l’uscita attesissima delle sentenze ogni volta rinnovate e, puntualmente, posticipate. Inizialmente si sparse la voce che le sentenze potessero essere notificate nel periodo pasquale, poi che si sarebbe potuto posticipare l’inizio di playoff e playout pur di celebrare i due gradi di giudizio. A niente sono valsi i continui solleciti del presidente del CRT nei confronti della Giustizia Sportiva affinchè le sentenze giungessero entro il termine di questa stagione sportiva. Adesso il tempo è finito e di colpe e condanne se ne riparlerà dalla prossima stagione. Solo una cosa è certa: il prossimo 22 aprile partiranno playoff e playout del vituperato Girone B di Eccellenza!