Contrade Grassina, il presidente Della Bella a DCF: “Grassinesi, abbiamo bisogno di...

Contrade Grassina, il presidente Della Bella a DCF: “Grassinesi, abbiamo bisogno di voi”

591
0
CONDIVIDI

Manca ormai meno di una settimana alla Notte Bianca di Grassina del 4 luglio che per il paese significa Torneo delle Contrade. Per scoprire tutti i dettagli e le novità dell’edizione 2018, la redazione di Dai Colli Fiorentini ha intervistato una delle figure principali nella comunità grassinese nonché Presidente dell’Assocazione del Torneo delle Contrade, Leonardo Della Bella: 

Per me Grassina è motivo di sprono” – commenta Della Bella a DCF. “A 14 anni ho intrapreso la strada delle associazioni, in primis con Bagno Balena e Casa del Popolo poi, negli anni, anche Sicurcaiv, Fratellanza, Rievocazione Storica e via discorrendo per arrivare infine al Torneo delle Contrade di Grassina del quale dallo scorso anno, quando fondammo l’associazione, sono il presidente. Il Torneo delle Contrade è rinato una decina di anni fa, ma solo dallo scorso anno appunto è realmente esistente come associazione. Negli anni – prosegue il presidente dell’Assocaciazione Torneo delle Contradeabbiamo visto i grassinesi che aspettavano a braccia aperte il torneo nel periodo di Giugno/Luglio, per poi ravvivare Grassina nei giorni di Contrada. È un motivo di orgoglio essere uno degli organizzatori perché mi piace vedere Grassina che scende in piazza”.

Il Presidente Della Bella si è poi soffermato anche su quella che è la grande novità di questa edizione, il Palio della Lavandaia: 

“Abbiamo stravolto il Torneo eliminando tutti i vari sport a cui eravamo abituati e creandone uno nuovo: Il Palio della Lavandaia. L’obiettivo del gioco, suddiviso in più fasi dal lavaggio al confezionamento, è quello di far rivivere l’antico mestiere del grassinese, il lavandaio (qui il video dimostrativo). La contrada che finirà prima tutte queste fasi sarà la contrada vincitrice. Per partecipare basterà contattarci sulla nostra pagina, senza nessun costo”.

Un evento nel quale il senso di rivalità tra le Contrade non manca, ma che si pone come obiettivi principali il senso di aggregazione e la beneficienza:

“Ogni anno tra i contradaioli parte qualche scintilla, ma tutto nella norma” sottolinea Leonardo Della Bella. “La voglia di vincere fa capire che c’è un senso di appartenenza. Logico, le rivalità devono essere sportive e fini al Torneo senza eccedere nella violenza, ma fino ad oggi ci è andata piuttosto bene. Gli scopi del torneo sono quelli che sono scritti sul nostro statuto: ci prefissiamo l’obiettivo di promuovere un modello di aggregazione tra cittadini e contribuire allo sviluppo dell’aggregazione del paese, oltre a promuovere iniziative ed eventi di vario genere volti anche alla raccolta di fondi da destinare alla beneficenza”.

Un Torneo delle Contrade che quest’anno, tuttavia, potrebbe incorrere in qualche difficoltà:

“Lo scorso anno abbiamo fatto partecipare ai giochi più di 300 persone e ne abbiamo messe a tavola con la cena quasi 200. Quest’anno senza tutti i canonici giochi e senza la cena ci saranno meno partecipanti, – commenta Della Bella – ma questo non vuol dire perdere di qualità. L’obiettivo che ci siamo prefissati quest’anno è stato quello di dare una svolta al torneo rinnovandolo e sperando che i grassinesi possano avere quel senso di appartenenza che speriamo. Quest’anno – prosegue il presidente – ci siamo mossi con ancora più fatica rispetto allo scorso anno, un po’ per star dietro a tutte le norme e un po’ per il fatto che il numero di persone che collaborano attivamente si può contare sulle dita di una mano. Dunque voglio ringraziare quelle persone che per realizzare la manifestazione ci hanno messo l’anima. In ordine del tutto casuale: David Pesciolini, Miller Cioni, Ilaria Cioni, Andrea Biffoli, Roberto Vanchetti, Silvia Lapis e Giulia Vagini. 

Per questo motivo Leonardo Della Bella, Presidente dell’Associazione del Torneo delle Contrade di Grassina, ha scelto di utilizzare la nostra piattaforma anche per lanciare un appello ai propri concittadini:

Cari grassinesi, purtroppo negli anni il Torneo delle Contrade ha perso un po’ di smalto, ma è sempre rimasto sulla cresta dell’onda. Mi appello quindi a voi, che sotto periodo delle contrade mi chiedete quando inizieranno, che giochi ci saranno, voi che vi lamentate perché ‘non è come un tempo’, ma che comunque avete partecipato ai giochi con lo spirito contradaiolo o che avete fatto il tifo per la vostra contrada, chiedo a voi di supportarci partecipando mercoledì prossimo 4 luglio durante la notte bianca, sia come lavandai che come spettatori, e che dal prossimo anno possiate aiutarci nella realizzazione della manifestazione. Grassina vi ringrazia”.