Calcio mercato, il Grassina pensa in grande: Benvenuti, Frascadore e tra i...

Calcio mercato, il Grassina pensa in grande: Benvenuti, Frascadore e tra i pali Vanni Burzagli (ex Antella e Rignanese)

giocatori di livello per la società di Tommaso Zepponi, il mercato tuttavia non è finito qua per i rosso-verdi

261
0
CONDIVIDI

Ecco i primi movimenti di mercato a firma Grassina Calcio, come al solito di spessore, emblematici di una volontà societaria di affermarsi nel campionato di Eccellenza e contendersi le posizioni nobili della classifica. Malgrado l’ufficialità e la firma dei contratti possa avvenire soltanto dopo il 2 Luglio, alcuni movimenti sono già definiti.

Tra tutti, in entrata, segnaliamo l’arrivo del fortissimo portiere Vanni Burzagli, classe 1990, un passato “scomodo” in terra antellese dove vinse il campionato di Prima Categoria allenato dal compianto mister Sconcerti e gli ultimi anni calcistici trascorsi da leader nelle file della Rignanese, in Serie D. Burzagli, portiere di lusso per l’Eccellenza, sarà certamente un valore aggiunto per mister Matteo Innocenti, confermato in panchina. Dopo le criticità relative al ruolo di estremo difensore – ricordiamo i dubbi di Paoletti che lo portarono a smettere – vissute nell’annata scorsa, il Grassina ha voluto assicurarsi una certezza (e che certezza!) tra i pali.

Partono Mannini in difesa e a centrocampo Zagaglioni (andrà al Grosseto), Bencini, Maccari, Mazzanti. Riconfermato Caschetto. In arrivo dal Valdarno ecco Rocco Benvenuti, classe 1995, dinamico centrocampista con un importante trascorso in Serie D (Fiesole e Rignanese). Infine, dallo Scandicci Calcio ecco il classe 2000 Duccio Frascadore, un ritorno per lui che ha militato negli juniores del Grassina Calcio nella stagione 2016/17 prima di tentar l’avventura nei “blues” in Serie D (6 presenze).

 

CONDIVIDI
Articolo precedentePolitica Impruneta: ecco la nuova GIUNTA, il mandato Calamandrei 2.0 inizia oggi
Articolo successivoPrimo Consiglio Comunale: noi eravamo presenti e ve lo raccontiamo.
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.