Amatori, la coppia di modelli rosso-verdi funziona: prima vittoria in stagione per...

Amatori, la coppia di modelli rosso-verdi funziona: prima vittoria in stagione per il Grassina CDP31

818
0
CONDIVIDI

AMATORI, SERIE A1
GRASSINA CDP31 vs BOMBER GROUP 2-0

Dopo la prima di campionato, persa per 1-0 contro il quotato San Miniato, gli Amatori Grassina cercavano riscatto contro un rinnovato Bomber Group, reduce dal sorprendente pareggio contro il Querceto. L’hanno spuntata i ragazzi rossoverdi di Parrini, nonostante l’inferiorità numerica per 65 minuti su 80!

PAGELLE

Cella: 6,5 Un solo, miracoloso intervento. Una grande parata d’istinto nei primi minuti che salva dallo 0-1. Poi, nonostante l’inferiorità numerica, fa da spettatore non pagante. Sempre un filo indeciso sulle uscite, ma sono minimi dettagli. CHE CAMBIA SE NON CELLHAI?

Floris: 7, Che si giochi in 10, 9, 11 o 14 a lui non cambia niente, si sovrapporrà sempre e comunque. Arriva comunque meno del solito sul fondo perchè, per sua sorpresa, in 10 vs 11 deve anche difendere. In effetti, da quando rimane più bloccato, dalle sue parti non arriva più nessun pericolo. E’ comunque il nome che appare di più sul taccuino di Nicola Secci. RIVOLUZIONARIO

Cucurullo: 7 Stranamente non beccato per il peso dalla tifoseria ospite, gioca sereno ed in maniera efficace. Comanda la difesa ed i suoi compagni lo seguono in tutto quel che dice, tranne quando propone un lampredotto a fine primo tempo. Primo clean sheet stagionale per buona parte merito suo. EL GORDO RICCARDO

Talì: 6,5 Ordinato, anche troppo. Rischia di lanciare in porta la punta ospite per un passaggio fatto in maniera superficiale: è la sveglia giusta, gioca quando si può, spazza quando si deve. Prova anche a fare da paciere in un accenno di rissa finale, la quale stranamente finisce con l’arrivo del gigante rossoverde. ERRORI ACCIDEN-TALI

Bigazzi C: 5 Stava spingendo molto, sembrava in palla ed in sintonia con Secci e Susarenco… ma niente, al 15′, nell’inseguire la punta ospite lanciata a rete, strattona e commette fallo in chiara occasione da rete. Rosso diretto da regolamento. Questo è ciò che ha visto l’arbitro… Dal campo, la sensazione è stata che la punta si sia lasciata cadere in maniera plateale e comunque a 30 metri dalla porta. In sostanza, se proprio l’arbitro doveva fischiare il fallo, ci stava il giallo e nulla più… ANIMO CLAUDIO! (dal 15′ Damiani) 6 Non corre alcun tipo di rischio, gli avversari attaccano poco e disordinati. Partita senza infamia e senza lode, in controllo della situazione. A 5′ dalla fine esce però il caso umano che è in lui: finisce per terra spintonato da un avversario che lo calpesta. Per difendersi alza lui stesso le gambe e… viene espulso! Comprensivi e attenti i compagni di squadra, che a fine partita gli hanno tolto il cappio dal collo. Il filtro di Instagram “tristezza” ha cambiato nome, indovinate quale… FILTRO SFIGADAMIANI

Scopetani: 7,5 Come sempre, il 30% della sua partita è polemica con arbitro ed avversari. Oggi aggiunge ben 5 tiri fuori dallo specchio in soli 4 minuti, di cui uno da metà campo: è record del campionato. Granitico come il compagno Secci, proteggono Simoncini che è libero di orchestrare come crede la banda rossoverde. Suo il cross che Bigazzi di testa stampa sulla traversa. Esce per un calo di Mc Chicken nel sangue.JERRY POLEMICA

Mucilli: 6 Entra per difendere palla e far scorrere il cronometro. Si traveste da Falcao del futsal e si alzano i minuti di possesso palla. Non per mettere pressione, ma adesso tocca a lui…

Simoncini: 8 Regista vero, mezzala aggiunta, goleador. Gioca tre ruoli contemporaneamente e tutti bene. Lancia le ali, si butta negli spazi e trova la rete del vantaggio ad inizio ripresa dopo averla sfiorata da fuori area nel primo tempo. Inesauribile filtro davanti alla difesa e motivatore costante. Torna alla rete formando con Bigazzi la coppia di modelli in campo più prolifica. Rientra in campo con una vistosa fasciatura al gomito, ricordando il Kaiser Franz. SEMENBAUER

 

Secci: 7,5 Il solito martello pneumatico in mezzo al campo. Insegue e morde tutti e trova anche il tempo di sventagliare a destra e sinistra. Partita di grande intensità e costanza di prestazione. Tocca l’apice alla propria sostituzione, quando con uno scatto poderoso cerca di raggiungere chi aveva appena mollato un ceffone al fratello. Viene placcato dal mister e rimesso a sedere. Finirà la serata al Joyce, ritornando alla calma verso le 4 del mattino. (Dal 70′ Cioni 6) Una buona chiusura e primi fraseggi con i nuovi compagni. Viste le squalifiche di due terzini, potrebbe toccare a lui dall’inizio già dalla prossima uscita. RISATA MOLESTA

Susarenco: 6 Ha grande voglia di riscatto; cerca il dialogo, serve un assist al bacio per Bigazzi e riesce ad andare anche al tiro. Giusto il tempo di entrare nei meccanismi della partita che viene sostituito per l’espulsione di Bigazzi. Si rifarà. SCUSARENCO

Bigazzi A. : 8 Ormai impiegato come terminale offensivo, è una fucina di sponde, falli conquistati e lanci. Spizza la punizione di Floris fornendo l’assist a Simoncini, spizza quella di Goretti e gonfia la rete per il 2-0. Una traversa su colpo di testa nel secondo tempo, e un errore da matita rossa su un gol sbagliato nel primo, completano la sua partita fatta anche di grande sacrificio e dedizione. FALSO NUEVE E FALSODIEZ (dal 60′ Fabbrini 6,5) Pressa tutta la difesa ospite, dimostrando di saper entrare a gara in corsa con lo spirito giusto. Non ha purtroppo occasioni da rete, ma son sicuro che se le avesse avute le avrebbe sfruttate a dovere. GARRA CHARRUA

Goretti: 8 Un condensato di corsa, tecnica, tenacia e tattica in un furetto di 170 cm. Appena la squadra rimane in dieci va giocare vicino a Bigazzi da seconda punta, ma continua a far ammattire il terzino sinistro e a rientrare a dar man forte. Sfiora la rete con un tiro alla Del Piero, poco dopo pennella sulla testa di Bigazzi la punizione del 2-0. Esce dopo tanti chilometri percorsi quanto i fili passati nelle forassiti in settimana. FOL-GORE (dal 65′ Forni 6) Come Fabbrini è chiamato a pressare come un matto per tardare l’inizio azione degli ospiti. Ci riesce meno del compagno, demotivato dalla rete di Bigazzi che così non potrà sfottere per il gol sbagliato. KILLER DI TOSI CERCASI