Atletico Impruneta corsaro: espugnato Castello! Novoli eliminato e biancoverdi ai quarti!

Atletico Impruneta corsaro: espugnato Castello! Novoli eliminato e biancoverdi ai quarti!

261
0
CONDIVIDI

Coppa Toscana I Categoria – Ottavo di Finale
Pol. Nuova Novoli – Atletico Calcio Impruneta 3-1
Marcatori: 18′ Vanni, 28′ Gelonese, 85′ Paoletti, 89′ Trouchè
Arbitro: Biagi di Pisa
Formazioni:

POL. NUOVA NOVOLI: Arezzo, Perini (46′ Maio), Di Rocco (79′ Ceccarelli), Trouchè, Castrogiovanni, Brocchi, Rocco (67′ Zahouani), Melaccio, Britos, Enache, Pesalovo. A disp.: Stellini, Bellini, Mirabella, Venturini, Vignozzi. All.: Francesco Sacconi.

ATLETICO IMPRUNETA: Fattori, Leoni, Ulivi, Galli, Migliorini, Gelonese (82′ Manetti), Fawaz, Torrini, Paoletti, Vanni, Banchetti (17′ Pratesi). A disp.: Fiani, Cecconi, Casentini. All.: Francesco Perini.

A Castello, casa provvisoria della Nuova Novoli va in scena l’ottavo di finale in gara unica tra la squadra arancioblu e l’Atletico Impruneta. Gara unica dicevamo, con gli ospiti che hanno a disposizione due risultati su tre per ottenere la qualificazione: la vittoria (lapalissiano) e il pareggio al termine dei 120′, niente calci di rigore dunque in caso di parità anche nei tempi supplementari.
Il parziale di 0-0 dura poco più di un quarto di gara. Al 18esimo, sull’asse Paoletti-Vanni, l’Atletico Impruneta confeziona il gol che sblocca la contesa. Il nove rifinisce, il dieci conclude. Imbeccata in verticale del centravanti biancoverde che serve Vanni, nonostante la posizione molto angolata mira il palo più lontano mettendo a segno il gol del vantaggio per gli ospiti.

Novoli pericoloso soprattutto da calcio da fermo, come al 27esimo quando Pesalovo va vicinissimo al gol dell’1 a 1. Cross teso nel cuore dell’area di rigore per il centravanti di casa che di testa corregge la traiettoria verso la porta… Palla che sfila sul fondo per questione di centimetri. Disperazione per il capitano odierno del Novoli che come dicevamo poc’anzi affronta per la prima volta i suoi ex compagni di squadra.
Gol sbagliato, gol subito… una delle più dure leggi non scritte del calcio non perdona la società fiorentina:
Gelonese con un tocco sotto di pregevole fattura sfrutta il mal posizionamento di Arezzo, fa ricadere la palla dolcemente sotto la traversa! 0-2
Allo scadere di prima frazione calcio di punizione per i padroni di casa che cercano di riaprire la contesa proprio prima dell’intervallo. S’incarica della battuta Enache che scavalca la barriera ma trova la risposta di Fattori che alza la sfera in corner, congelando il doppio vantaggio per i biancoverdi.

Novoli arrembante fin dalle prime battute della ripresa e nel giro di 5′ minuti costringe l’estremo difensore ospite agli straordinari. Doppio miracolo di Fattori: il primo a gioco fermo, un intervento da vero fuoriclasse che il fischio arbitrale non può cancellare per la spettacolarità – conclusione dalla distanza che non riesce a bloccare, sulla respinta si avventa l’attaccante di casa ma Fattori si alza in una frazione di secondo e salva il tap in – il secondo invece, un tuffo plastico sul tiro a incrociare sul palo più lontano scoccato dal mancino del solito
Risposta biancoverde su schema da angolo, soluzione corta dalla bandierina per liberare al tiro Vanni che da dentro l’area di rigore conclude di collo pieno, il tiro subisce una doppia deviazione che sorprende l’estremo difensore, ma un difensore di casa salva sulla linea. È l’ultimo tentativo offensivo degli ospiti fino al gol del momentaneo tre a zero, per più di mezz’ora il Novoli costringe l’Atletico Impruneta a soffrire nella propria metà campo.

Al decimo spizzata di Pesalovo per l’inserimento di Britos che a tu per tu con Fattori non sbaglia… 1-2! Fermi tutti! Il direttore di gara annulla per posizione di fuorigioco. Chiamata al limite dal quale scaturiscono vibranti proteste da giocatori e supporters di casa.
La partita si incattivisce.
È un assedio all’arma bianca, il Novoli attacca con tutti gli effettivi, determinante l’ingresso di Maio, numero 14, lunghe leve con tecnica fuori dal comune, alterna lanci a destra e a manca a giocate individuali da alta scuola. Oltre a giocate individuali di pregevole fattura si rende protagonista per schermaglie con Vanni che si sgambettano a vicenda nel giro di pochi minuti.
All’85esimo, un lampo di Paoletti in un secondo tempo buio per i biancoverdi: stop a seguire del numero 9 che semina il suo diretto marcatore e pochi metri dentro l’area fulmina l’estremo difensore con un perfetto diagonale che s’insacca in rete.

Sessanta secondi dopo il gol che ha l’aria di essere il gol K.O. per le speranze di rimonta del Novoli, la sfortuna si accanisce su i padroni di casa: a portiere battuto il palo dice di no al possibile 1 a 3.
A 5′ dalla fine, sugli sviluppi di corner, arriva il gol del Novoli che accende un barlume di fiducia nella titanica impresa di riacciuffare l’Atletico Impruneta.
Ma le emozioni non sono finite, cross da sinistra per Pesalovo che s’avvita al limite dell’area piccola. Fattori pietrificato e palla che sfila sul fondo a un palmo dal palo. 2-3 mancato di un niente!

A tempo quasi esaurito ripartenza Atletico Impruneta con Vanni sdraiato da un giocatore di casa proprio sul più bello, il direttore di gara però punisce inspiegabilmente il giocatore biancoverde lanciato verso la rete dell’1 a 4. Al termine dei tre minuti più uno aggiuntivo decretati dal direttore di gara può esplodere di gioia il settore ospite. Vittoria di carattere, di una squadra arrivata incerottata all’appuntamento odierno e che strada facendo ha dovuto fare a meno di Banchetti dopo neanche quindici minuti di match, si teme un guaio muscolare, e che nell’emergenza (Torrini sacrificato laterale basso per in assenza di alternative, per non parlare di Galli, alla sua seconda partita in pochi giorni dopo essere stato inseirto nell’organico a disposizione di mr. Perini da poche settimane, la cui esperienza è stata determinante nel gesitire i momenti di difficoltà) si è saputo ottenere il massimo della posta in palio grazie al cinismo sotto porta dei nuovi gemelli del gol biancoverdi. Per l’Atletico Impruneta, dopo essere entrata tra le migliori otto del torneo, il cammino in Coppa prevede che dovrà affrontare la vincente tra Monsummano e Lanciotto.