Atletico Impruneta indomabile: 3 a 2 al Novoli e quarta vittoria consecutiva

Atletico Impruneta indomabile: 3 a 2 al Novoli e quarta vittoria consecutiva

Prestazione trascendentale dei padroni di casa che mettono la quarta e si portano in piena zona playoff. Grande prestazione di tutti gli effettivi biancoverdi, con particolari note di merito ai marcatori Vanni e Paoletti, e al monumentale Galli

298
0
CONDIVIDI

Dopo aver sbancato il botteghino, i Queen conquistano anche Impruneta. Al coro di Don’t stop me now l’Atletico Impruneta conquista la quarta vittoria consecutiva, la prima dell’anno solare 2019, contro la terza in classifica Nuova Novoli. Un tre a due spettacolare, che permette alla squadra biancoverde di chiudere il girone d’andata a quota 22 punti… Ma andiamo con ordine, a cominciare dal calcio d’avvio della prima frazione di gara.

Pronti via e Paoletti sblocca la sfida dello stadio dei Pini, calcio di punizione dalla trequarti centrale calciato verso il palo più lontano, sponda aerea di Migliorini che trova Paoletti sul palo opposto, a pochi passi dalla porta! 1 a 0
Al decimo minuto, dopo seicento secondi di dominio biancoverde, disattenzione di Galli che in fase di impostazione, sbaglia l’appoggio a Migliorini innescando in campo aperto Enache. Arrivato al limite dell’area cerca il palo più lontano seza trovare il bersaglio.
Dopo un avvio a ritmi alti, le due squadre cercano di non scoprirsi ulteriormente. Ottenuto il vantaggio l’Atletico Impruneta amministra bene il possesso grazie ad un 442 con rombo a centrocampo equilibrato con Tinagli treqartista d’impostazione e Galli vertice basso, con due mezzali che hanno già smaltito i vari pranzi della pausa natalizia, Gelonese e Fawaz. Pochi gli spazi concessi ai giocatori di Sacconi che appaiono svogliati e poco incisivi nella metà campo avversaria. Gli unici, potenziali, pericoli arrivano solo da situazioni di palla inattiva, con tre corner conquistati in pochi minuti ma non sfruttati a dovere.

25esimo, Vanni sfiora il raddoppio. Paoletti, spalle alla porta, allarga sulla sinistra per il numero 10 che approfitta del liscio Mirabella per involarsi verso la porta. Converge verso il centro fino ad arrivare nella zona del dischetto del rigore dove lo recupera Melaccio, sterzata secca ad eludere l’intervento del numero 8 e conclusione rasoterra che sbatte sulla gamba dello stesso… Niente da fare, Novoli graziato.

Al 38esimo arriva il tanto agognato raddoppio, Paloetti si libera di forza del diretto marcatore e da pochi metri dalla porta, ma con un angolo di tiro molto piccolo, tenta la soluzione a rete con un tocco sotto ad eludere l’intervento da portiere di hockey di Arezzo, la palla balla sulla linea per pochi istanti prima dell’arrivo di gran carriera di Vanni che da vero rapinatore d’area insacca la palla del 2-0!
A due minuti dall’intervallo annullata la possibile terza rete ai padroni di casa per offside. Dal vertice dell’area Paoletti trafigge sul primo palo Arezzo ma il direttore di gara non convalida la marcatura per posizione di fuorigioco di Vanni che involontariamente ostacola la visione del portiere ospite.
Dopo un minuto di recupero si chiude la prima frazione.

Dopo 45′ minuti di affanno e sterilità offensiva, Sacconi corre ai ripari e rivoluziona il suo 11 iniziale inserendo dal calcio d’inizio della ripresa Britos, Ferraioli e Perini per tentare in primis di riaprire la contesa, poi per tentare quella che oggi pare una vers impresa, uscire con un punto dallo stadio dei Pini.

Dopo neanche tre minuti sul cronometro Rocco sigla l’1-2! Sulla linea di fondo campo il numero 7 salta Leoni, punta la porta e prima della chiusura di Migliorini conclude verso lo specchio da posizione proibitiva… La palla però s’insacca sfiorando il palo più lontano e la partita è subito riaperta grazie ad una grande giocata individuale del giocatore arancioblu.


Al 53esimo retropassaggio pericoloso del laterale del Novoli in direzione del proprio portiere, la palla s’impenna e spiove al limite dell’area. Si avventano sulla sfera Arezzo e Vanni con quest’ultimo bravo ad ascendere al cielo con un terzo tempo cestistico e anticipare il portiere ospite e a direzionare la capocciata verso la porta sguarnita. Segue l’azione Paoletti che brucia in velocità il suo marcatore e scaraventa il pallone in rete a porta vuota. 3 a 1 e doppio vantaggio ristabilito.

A 15′ dalla fine accorcia nuovamente le distanze la Nuova Novoli, croner da sinistra sul primo palo dove Brocchi e Rocco anticipano di testa l’uscita in ritardo di Scrò, non è chiaro chi abbia colpito per ultimo la sfera ma è sicuro che la palla finisce infondo alla rete… 3 a 2 e ultimo quarto d’ora da vivere con il fiato sospeso.
Gli uomini di Sacconi si riversano in massa nella metà campo biancoverde, Perini prima di essere allontanato, promulga lo stadio di assedio e i suoi ragazzi serrano le fila per non concedere spazi agli incursori arancio blu. Nel terzo di recupero, traversa clamorosa di Paoletti, che s’invola in campo aperto nelle praterie della difesa ospite, arriva a tu per tu con Arezzo, lo punta, lo salta, e con solo un difensore a presidiare la riga di porta spara la sfera sulla traversa!

Sessanta secondi dopo rosso per Rocco per proteste per un fuorigioco fischiato allo stesso numero 7 lanciato a rete ma partito oltre l’ultimo difensore. Dalla nostra posizione pare che effettivamente il giocatore si trovasse oltre il penultimo giocatore biancoverde al momento della verticalizzazione, quindi le proteste non trovano fondamento. Con questo ultimo sussulto si chiude la gara dello stadio dei Pini!

In questo giorno di festa l’Atletico Impruneta inizia il nuovo anno nel modo migliore, battendo per la seconda volta la Nuova Novoli dell’ex Pesalovo (il primo faccia a faccia avvennne in occasione del match di coppa Toscana valido per l’accesso ai quarti di finale nel lontano 14 Novembre). Gridano vendetta quei maledetti mesi di Ottobre e Novembre, la pareggite acuta che tanti punti ha tolto alla squadra di Perini, una flessione fisiologica figlia anche delle numerose defezioni numeriche che hanno caratterizzato quel periodo della stagione. Siamo arrivati al giro di boa del campionato con la classifica che sorride alla squadra biancoverde, 22 punti dicevamo in apertura di pezzo, quarto posto in classifica condiviso con la Settignenese, grazie a cinque vittorie, sette pareggi e soli tre K.O. Domenica si riparte dall’Affrico, insidiosa squadra fiorentina, ma i ragazzi di Perini non vogliono smettere di sorprendere.