Vieniteloracconto… ma che cosa sono i baci?

Vieniteloracconto… ma che cosa sono i baci?

Domenica 5 e domenica 12 novembre appuntamento a Tavarnuzze con “Ma che cosa sono i baci?”

248
0
CONDIVIDI

L’Associazione Culturale Vieniteloracconto, in collaborazione con il Comune di Impruneta e l’Accademia di Belle Arti di Firenze, presenta “Ma che cosa sono i baci?”, progetto teatrale di Massimo Mattioli, presso il Teatro Moderno, in via Gramsci 5, a Tavarnuzze.

L’appuntamento è per le domeniche 5 e 12 novembre 2017, alle 17.

In questa novella dell’amore e del contrasto, lo spettatore viene portato fuori dal contesto favolistico tradizionale per fare la conoscenza di personaggi più vicini alle novelle del Boccaccio o del sacchetti, fatti di viva carne e di giovanili turbamenti.

Amore e guerra, ma anche una sana passione per la buona tavola infarciranno il lungo cammino di Riccio Lanza, il giovane protagonista attraverso un medioevo che ricorda ed amplifica le contraddizioni dell’oggi. La scenografia, progettata e realizzata dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, si propone di raccontare visivamente i vari ambienti.

Informazioni: teloracconto@gmail.com, 333 7128510, www.vieniteloracconto.blogspot.com; Ufficio Relazioni con il Pubblico, tel. 055/2036640, mail urp@comune.impruneta.fi.it.

CONDIVIDI
Articolo precedenteJuniores Elite, il carattere dell’Antella: Fucecchio rimontato, è la 3° vittoria consecutiva!
Articolo successivoEccellenza, Antella sconfitta al 94°: anche la sorte volta le spalle ai bianco-celesti
Associazione Culturale, dal 1982 promuove attività nell'ambito del teatro per bambini, ragazzi, giovani e famiglie, sviluppando una progettualità mirata alle esigenze del territorio e dell'utenza in continuo divenire. Il nome dell’Associazione, "Vieniteloracconto", sottolinea la convinzione dell’importanza del raccontare e raccontarsi, per conoscersi e tessere rapporti interpersonali. Ieri come oggi le figure fondamentali dell'Associazione sono Massimo Mattioli e Paola Coppini. Infatti, Il Laboratorio nacque da una proposta del Comune di Impruneta a Massimo Mattioli, docente di Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Firenze mentre Paola Coppini, insegnante, riconobbe nell’operazione i forti risvolti pedagogici-didattici, unendosi dunque all’avventura. VieniteloRacconto promuove l'attività teatrale anche nelle scuole, consapevole del ruolo educativo-formativo-sociale, con Laboratori portati avanti nelle aule del Comune di Impruneta e dal 1986 anche a S. Casciano e Lastra a Signa. Nel 1998, con una convenzione con il Comune di Impruneta ed una collaborazione con il dipartimento di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, si organizza la prima Rassegna Teatrale " L’ISOLA CHE NON C’ERA", al Teatro Moderno di Tavarnuzze, arrivata oggi alla sua diciassettesima edizione.