Il regista Lorenzo Raveggi raccontato dalla penna di Sabrina Merenda: aspettando la...

Il regista Lorenzo Raveggi raccontato dalla penna di Sabrina Merenda: aspettando la rubrica “Il regista del Rinascimento”

un omaggio al regista chiantigiano Lorenzo Raveggi, autore del film d’autore “ La Dama e l’Ermellino”, girato presso i luoghi più enigmatici dell’Impruneta e del Chianti

232
0
CONDIVIDI

A breve uscirà su Dai Colli Fiorentini l’inedita rubrica: “IL REGISTA DEL RINASCIMENTO” 

Curata dalla scrittrice Sabrina Merenda in onore del regista chiantigiano Lorenzo Raveggi e del Film d’Autore “ La Dama e l’Ermellino”, girato presso i luoghi più enigmatici dell’Impruneta e del Chianti. La Rubrica  vanterà al suo interno di un grande lavoro biografico, narratologico, oltre che visivo,  ricordando i 500 anni dalla morte del grande Leonardo da Vinci. 

Ricordiamo che questo Film ha un Cast d’eccezione, composto oltre che da attori del calibro di Fabio Fulco e tanti altri che conosceremo strada facendo, anche da giovanissimi attori, fra cui Jasmine Carrisi .

La scrittrice Sabrina Merenda ne narrerà i segreti della  ‘macchina da presa’, oltre  alle emozioni e il percorso di un riconosciuto regista, che si racconterà in maniera inedita davanti alla penna metodica della scrittrice, tentando di aprirsi soprattutto ai giovani e alle loro passioni, trasportandoli in un mondo artistico e letterario senza epoche e confini, da cui –sottolinea Sabrina Merenda- possono imparare ad amare la Storia e il genio creativo, che nessun conflitto o dolore deve sottrarci.   

foto di Roberto Brandi

Lorenzo Raveggi ha scelto come voce narratologica e divulgatricebla scrittrice Sabrina Merenda, esclusivamente per la sua alta e completa preparazione culturale,  sia in ambito letterario che artistico, caratterizzata da una dedizione grandissima per gli altri e il territorio, oltre che per la sua solida scrittura, mai critica ma delicata e profonda, dedita alla Storia, alla cura per il particolare e agli animi nobili. Si dice certo di poter fare con lei un lavoro centellinato, discreto e incisivo insieme, dando al suo taglio cinematografico il valore formativo e peculiare che solo lei può fare risaltare, grazie al fatto che è una Pedagogista e coglie della vita sempre il lato produttivo formativo e non materialistico. Oltre a questo saprà cogliere la mappatura intensa paesaggistica che farà del Film un accurato mosaico delle nostre zone imprunetine, rivalutandone la bellezza intrinseca. 

Ricordiamo- specifica Sabrina Merenda- che Lorenzo Raveggi ha diretto anche il Film Amore e Potere ai Tempi della Principessa e il cortometraggio Le Gialle Viole di Santa Fina, per cui ha vinto 4 premi , al Festival di Montecarlo, fra i quali  come miglior regia e sceneggiatura. Non scordiamo in ultimo il Promoter del Film su Niccolò Machiavelli il Principe e la  Politica.

Tutti i suoi film derivano dalla  sua ‘penna’,  che ha all’attivo importanti sceneggiature inedite sulla vita  di alcuni Santi. 

In uscita sulla nostra Rubrica “Il Regista del Rinascimento”, il primo grande articolo a fine gennaio con un passaggio inedito nella vita del regista. 

foto di Roberto Brandi