“Con dolce forza”, il “Tintoretto” si riunisce alla figlia all’Oratorio di Santa...

“Con dolce forza”, il “Tintoretto” si riunisce alla figlia all’Oratorio di Santa Caterina

Da giovedì 29 marzo l'autoritratto di Jacopo Robusti, meglio noto come “Tintoretto”, sarà esposto accanto a quello della figlia Marietta nell'ambito della mostra dedicata alle musiciste del Cinque e Seicento organizzata dalle Gallerie degli Uffizi insieme al Comune di Bagno a Ripoli. Iniziativa alle 11 con il direttore Eike Schmidt e il sindaco Francesco Casini

423
0
CONDIVIDI

Legati dalla pittura e dalla musica, entrambi artisti e raffinati musicisti, i due veneziani Jacopo Robusti e sua figlia Marietta si riuniscono all‘Oratorio di Santa Caterina delle Ruote a Ponte a Ema. Da giovedì 29 marzo l’autoritratto del Tintoretto sarà collocato accanto a quello della figlia, tra le protagoniste della mostra “Con dolce forza. Donne nell’universo musicale del Cinque e Seicento” organizzata dalle Gallerie degli Uffizi insieme al Comune di Bagno a Ripoli, in programma fino a domenica 13 maggio.

L’autoritratto del Tintoretto sarà svelato al pubblico alle ore 11 di giovedì 29 marzo alla presenza del direttore delle Gallerie Eike Schmidt e del sindaco Francesco Casini (via del Carota, 31). L’iniziativa è aperta a tutti, l’ingresso alla mostra per l’occasione sarà gratuito fino alle 12 e resterà visitabile sino alle 18:30.  

L’esposizione dell’autoritratto del Tintoretto, ricongiunto alla figlia prediletta Marietta nel segno dell’arte e della comune passione musicale, arricchisce ulteriormente la mostra di inestimabile pregio e valore “Con dolce forza. Donne nell’universo musicale del Cinque e Seicento”, che raccoglie tra le pareti dell’Oratorio affrescate da Spinello Aretino una selezione di dipinti, autoritratti, incisioni, documenti e volumi a stampa dedicati alle maggiori protagoniste del panorama musicale del XVI e del XVII secolo, con particolare attenzione alla corte dei Medici. A curare l’esposizione è la dottoressa Laura Donati.