Pomeriggio di straordinaria follia alla Locanda degli Scopeti: 8 migranti scendono in...

Pomeriggio di straordinaria follia alla Locanda degli Scopeti: 8 migranti scendono in strada e protestano nudi

1321
0
CONDIVIDI

Pomeriggio di straordinaria follia alla Locanda degli Scopeti, sulla via Cassia che da Tavarnuzze conduce ai Falciani. Nella struttura che ospita circa 40 immigrati, poche ore fa, 8 ragazzi provenienti da Nigeria e Camerun sono scesi in strada, denudandosi in segno di protesta. Quale il motivo? L’agitazione, resa ancor più concitata dalle urla e dal passaggio delle auto, è stata messa in atto per lamentarsi della qualità del cibo loro servito nel centro di accoglienza.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione di Scandicci affinché la situazione tornasse tranquilla, non ci sono feriti né tra i dimostranti, né tra passanti od operatori del centro. La ricostruzione dei Carabinieri vuole che il malessere di due migranti sia stata la scintilla del pomeriggio infuocato, e non solo per il caldo. I ragazzi di origine africana, poi, avrebbero iniziato ad urlare dalle finestre della Locanda, prima di scendere in strada e continuare la manifestazione di dissenso. Un clima rovente, già esternato mesi fa con una rissa ed ora nuovamente tornato d’attualità, probabilmente, si pensa, a causa dell’espulsione di un ragazzo nigeriano prevista per domani poiché reo di aver violato le normative vigenti nel centro di accoglienza.

 

Impruneta è tra i primi comuni della Toscana per numero di immigrati ospitati, si parla di 40 alla suddetta Locanda degli Scopeti ed altrettanti a Villa I Cipressi, in zona Ugolino, rientrante nei confini comunali imprunetini. Luoghi, per il Comune, di confino nel quale, sia per distanza dai centri paesani sia per alto numero degli ospitati, l’integrazione si fa più ardua ed estrema di quanto non lo sia già. C’è chi, come Lorenzo Somigli della Lega Nord Chianti, parla di “Bomba sociale” pronta ad esplodere, i cui segnali evidenti si rintracciano nelle agitazioni anche odierne, chi vorrebbe l’espulsione dei protestanti. Vi ricordiamo che, chi alloggia alla Locanda degli Scopeti è in attesa che si concluda il percorso di verifica per stabilire la concessione o meno del permesso di soggiorno che permetterebbe ai migranti di regolarizzare la propria posizione in Italia. Un procedimento lungo che, tra domande ed eventuali ricorsi (fino a due) può richiedere circa due anni.