Schermi Irregolari 2018: il festival del cortometraggio al Teatro dell’Antella…con vittoria “ex...

Schermi Irregolari 2018: il festival del cortometraggio al Teatro dell’Antella…con vittoria “ex aequo”

931
0
CONDIVIDI

Si è tenuta venerdì 23 marzo, nella splendida cornice offerta dal teatro  comunale dell’Antella, la serata conclusiva
della diciannovesima edizione del festival di cortometraggi “SCHERMI IRREGOLARI”.
La rassegna cinematografica si propone di selezionare a livello nazionale ed internazionale le espressioni più
originali ed i linguaggi più innovativi che si vanno delineando all’interno del mondo dell’audiovisivo
contemporaneo, valorizzando e segnalando le opere più meritevoli nella speranza che trovino in seguito i
giusti canali di distribuzione.
SCHERMI IRREGOLARI inoltre segnala con piacere e con orgoglio che il corto vincitore dell’edizione del 2016
(“Bellissima” di Alessandro Capitani) ha successivamente ottenuto il “David di Donatello” come miglior
cortometraggio, mentre il vincitore dell’edizione 2014 (“Thriller” di Giuseppe Marco Albano) è stato un
finalista per il “David di Donatello” 2014.
Quest’anno, su 208 cortometraggi in gara, la giuria ha selezionato 6 film:

FINALISTI XIX edizione

  • SAM BODY di Davide Morando (Italia, 12′)
  • UNA PARTITA AI CONFINI DEL MONDO di David Valolao (Italia, 13′)
  • EL ATRACO di Alfonso Diaz (Spagna, 10′)
  • DOVE L’ACQUA CON ALTRA ACQUA SI CONFONDE di Massimo Loi e Gianluca Mangiasciutti (Italia,
    15′)
  • THE MALTESE FIGHTER di Arev Manoukian (Malta, 19′)
  •  SALVEGER di Angelica Germana Bozza (Germania, Turchia, Italia, 14′)

GIURIA XIX edizione
– Gabriele Rizza, giornalista (Presidente di giuria)
– Amerigo Fontani, attore
– Mat Lucas, regista
– Lilith Gianelle, organizzatrice
– Enrico Zoi, giornalista

La serata ha dapprima offerto la visione dei 6 cortometraggi finalisti e poi ha mostrato anche due corti che
hanno ricevuto successo nell’edizione precedente del festival di cortometraggi “Open-Air Filmfest
Weiterstadt” che si svolge ogni anno in Germania, nel comune gemellato con Bagno a Ripoli. Un’importante collaborazione che sottolinea il carattere internazionale raggiunto dal festival dell’Antella. A fine serata, le premiazioni!

La giuria ha sottolineato l’estrema qualità dei cortometraggi in gara, arrivando ad assegnare il “Premio
Schermi Irregolari 2018 al miglior cortometraggio”, ex aequo, a:
✓ THE MALTESE FIGHTER di Arev Manoukian (Malta, 19′)
✓ SALVEGER di Angelica Germana Bozza (Germania, Turchia, Italia, 14′)

Ecco le motivazioni della giuria.
The Maltese Fighter: Una storia autentica di coincidenze storico-politico-sociali nel cuore di una comunità isolana attraversata da conflittualità e tensioni esterne che si riflettono all’interno nel chiuso di dinamiche familiari qui esemplificate nel rapporto padre-figlio. Non secondaria, in questo processo di messa a fuoco, è la capacità del regista di catturare atmosfere, colori, ambienti, tracce e caratteri specifici del luogo che uniti all’ottima interpretazione di tutto il cast dà un coerente valore aggiunto all’insieme”.

Salveger: “La ricchezza e la complessità di una drammatica vicenda familiare che attraversa con delicatezza,
leggerezza ed inaudito spessore emotivo l’attuale tragedia dei migranti di cui tutti siamo quotidianamente a
conoscenza. Con un tocco di magnifico slancio solidale, il film culmina in una visione di fratellanza e si
incarna in un inedito rito di comunione laica”.

Inoltre è stato assegnato il “Premio Marco Nocentini 2018 al miglior montaggio” al cortometraggio:
✓ DOVE L’ACQUA CON ALTRA ACQUA SI CONFONDE di Massimo Loi e Gianluca Mangiasciutti (Italia,
15′)

Ecco la motivazione della giuria.
“Dove l’acqua con altra acqua si confonde”: “In una piscina dove l’acqua è la vera protagonista, tanto da esserne forma e sostanza, i corpi dei due adolescenti, giorno dopo giorno, conquistano consapevolezza dei propri sentimenti e padronanza del
proprio vissuto grazie ad un montaggio tanto accurato, quanto suadente e raffinato, che dialoga intensamente e armoniosamente con una fotografia liquida ed evocativa”.

Infine, peculiarità del festival, un premio viene assegnato anche dal pubblico in sala che può votare immediatamente dopo le proiezioni dei corti finalisti.
“Premio del pubblico”:
EL ATRACO di Alfonso Diaz (Spagna, 10′)
I cortometraggi proiettati solitamente non hanno ancora una distribuzione importante poichè impegnati
nelle varie rassegne cinematografiche. Ecco però alcuni trailer dei finalisti che siamo riusciti a trovare:


SAM BODY: https://www.facebook.com/SamBodyShortFilm/videos/199955317216219/?t=36

EL ATRACO: https://vimeo.com/232810982

DOVE L’ACQUA CON ALTRA ACQUA SI CONFONDE: https://www.youtube.com/watch?v=rBv7L3Rk9fU

THE MALTESE FIGHTER: https://www.youtube.com/watch?v=_toyI6KPP40

SALVEGER: https://www.facebook.com/SalvegerFilm/videos/2018038031800100/?t=26

Schermi Irregolari conclude così la sua diciannovesima edizione e rinnova sin da subito l’invito al festival del prossimo anno