L’ultimo saluto di Bagno a Ripoli a Susy Bellucci, compose “My name...

L’ultimo saluto di Bagno a Ripoli a Susy Bellucci, compose “My name is Potato” e ideò per i bimbi “Le Figurine di Gallo Cristallo”

617
0
CONDIVIDI
Se ne è andata all’età di 71 anni la cantante, attrice e cantautrice Susy Bellucci, fiorentina e ripolese di adozione, viveva attualmente a Bagno a Ripoli col compagno di tutta una vita Giulio Clementi. Susy, classe 1947, era conosciuta per aver dedicato la sua ispirazione alla tradizione canora popolare e al mondo dell’infanzia, regalando ai bambini del secondo Novecento e del nuovo millennio alcune indimenticabili filastrocche cantate. Nel 1978 pubblicò l’album “Nel paese di Susy” e proprio da questa sua opera venne estratto il singolo “My name is Potato”, forse la sua composizione più nota, portata alla ribalta del grande pubblico da Rita Pavone che la usò anche come sigla della trasmissione televisiva “Rita ed io”.

Nel 1980 iniziò l’attività concertistica in tutta Italia con il gruppo CARTACANTA, impegnato nel recupero e nella riproposta delle antiche tradizioni etniche della Toscana. Con questo gruppo realizzò l’album “Il tempo delle ciliegie”. Poi sul finire del secolo ecco un nuovo successo per bambini nato dalla collaborazione con strumentisti affermati quali Flavio Cucchi, Stefano Bollani, Arturo Stalteri, Giovanni Unterberger: è “Le figurine di Gallo Cristallo”, canzone cult per il mondo infantile capace di diventare anche prezioso materiale didattico utilizzato nelle scuole come rappresentazione o saggi di fine anno. Le Figurine di Gallo Cristallo, inoltre, si è avvalso della produzione artistica di Giulio Clementi, marito di Susy, spesso a fianco della moglie anche nella creazione artistica. Così, questa mattina, Giulio ha commentato sul proprio profilo Facebook la scomparsa di Susy:

“Addio Susy, voce della mia vita. Addio, o arrivederci in quel mondo della fantasia e dell’immaginale che amavi tanto. Con te abbiamo davvero creduto che la fiaba avrebbe salvato il mondo, cantata da 100 bambini in corteo al suono della tua voce.
Grazie Susy, per quella grazia antica, per la tua inesauribile sete di cultura, di arte e di bellezza, grazie per quel nostro amore sconfinato che nessuna solitudine riuscirà a disperdere.

Susy Bellucci (27/12/47 – 16/07/2018). Per un ultimo saluto, giovedì 19 luglio, ore 17, nella nostra casa, in via della Villa Cedri 5/c, Bagno a Ripoli. Tutta l’opera artistica di Susy Bellucci è in www.cantieridimusica.com”

Susy negli ultimi anni aveva collaborato anche con la Biblioteca Comunale di Bagno a Ripoli, dove curava la sezione musicale per bambini, consolidando pertanto il legame col nostro territorio nel quale era residente. Anche il Sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, infatti, ha voluto dedicarle un pensiero:Buon viaggio, Susy. Grazie per averci insegnato, con la tua musica e la tua voce, a conservare la magia dell’infanzia. Da una decina di anni, il tuo impegno per i nostri bambini ti aveva portato a curare anche la sezione musicale per i più piccoli della Biblioteca comunale. Artista sempre attenta alla ricerca e alla sperimentazione vocale, vicina al proprio territorio e apprezzatissima anche a livello internazionale.
Niente descrive meglio la bellezza che ci hai donato con la tua arte delle parole d’amore del tuo adorato Giulio.
A lui il mio personalissimo pensiero e le più sincere condoglianze a nome di tutta l’amministrazione comunale.”

Infine il ricordo del giornalista Enrico Zoi: “Cara Susy, grazie per la tua grande umanità, grazie per la tua voce e la tua musica – sempre nuova, sempre tradizionale, sempre alla ricerca -, grazie per tutte le volte che abbiamo conversato (purtroppo non in tempi recenti) nella tua bella casa insieme a quel grand’uomo che è Giulio, grazie per avervi accolto con dolcezza mio figlio Filippo (che ha consumato i tuoi dischi!), grazie per aver allietato l’infanzia sua e di mia figlia Irene con la serena poesia del tuo Gallo Cristallo, grazie di esistere ancora. Lassù, sempre con noi.”

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCampionati Italiani Karate: un gran terzo posto per il giovanissimo Andrea Rizzuto, atleta dello Shoto Team Karate ASD
Articolo successivoTerza Corsia, si attiva la “bretellina” in Via dell’Antella…con tanto di segnaletica invertita (in fase di risoluzione)
Nato a Bagno a Ripoli il 20 Ottobre 1994, amante del calcio in tutte le sue sfumature, ho passato buona parte della mia vita sui campi della Toscana a smistare palloni, e a prendere qualche salutare pedata. Una carriera scolastica eterogenea, iniziata come geometra ed evoluta come studente di scienze politiche della facoltà di Firenze. Nella vita poche cose sono certe ma su una vado sul sicuro, ho passato più ore a giocare a calcio che sui libri. Col tempo ho coltivato la passione per il giornalismo, lavorando nella redazione sportiva dell'emittente televisiva di Italia 7.