Elezioni 4 Marzo 2018, i risultati a Bagno a Ripoli: PD sopra...

Elezioni 4 Marzo 2018, i risultati a Bagno a Ripoli: PD sopra il 40%, bene M5S e Lega sopra al 10%

765
0
CONDIVIDI
Voters for Italian general election in a Turin's polling station, Italy, 24 February 2013. ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Alle 4:36 di notte il sito del Comune di Bagno a Ripoli aggiornava in maniera definitiva i risultati di questa attesa mandata elettorale : 26 sezioni, Camera e Senato che, com’era prevedibile, si sono attestate sulle medesime percentuali, alcune conferme e non poche sorprese. Vediamo i numeri:

Elezioni Camera dei Deputati (da 18 anni):
Schede bianche: 116 (0.7%); Schede nulle: 325 (1.96%); Voti nulli: 0 (0%);
Voti contestati non assegnati: 2 (0.01%); Voti solo Cand.: 362 (2.18%)
Votanti: 16581 (82.45%) – Iscritti: 20111
Anzitutto un’ottima affluenza: nel corso della giornata si sono registrate code e picchi di folla per una affluenza totale dell’82,45%.

1 – Coalizione di Centro Sinistra (PD, +Europa, Italia Europa Insieme, Civica Popolare Lorenzin): 7703 votanti pari al 47,73%. Voti solo al candidato al Collegio 4 Luca Lotti 129 (0,4%).
2 – Coalizione di Centro Destra (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia): 3759 voti pari al 23,29%. Voti solo al candidato Ciraolo Sonia 72 (0,45%).
3 – Movimento 5 Stelle: 2976 voti pari al 18,44%. Voti al candidato Scalia Renato 79 (0,49%).
4 – Liberi e Uguali: 921 voti pari al 5.71%. Voti solo al candidato Latini Denise 46 (0.29%)
5 – Potere al Popolo: 408 voti pari al 2.53%
6 – Partito Comunista: 149 pari allo 0.92%
7 – Casapound: 109 (0.68%)
8 – Popolo della famiglia 64 pari allo 0.4%
9 – Sinistra Rivoluzionaria 49 pari allo 0.3%

Scindendo le varie coalizioni, il partito più votato nel territorio ripolese resta di gran lunga e a differenza dei dati nazionali il Partito Democratico. Bagno a Ripoli – e questa è una conferma – resta fortino del centro sinistra targato PD ma, diversamente dalle percentuali senza diritto di replica delle ultime elezioni comunali dove il candidato Sindaco PD Casini sovrastò la concorrenza con oltre il 60%, il 4 Marzo 2018 ha dato altri e inattesi verdetti. Questi i dati della Camera inerenti ai partiti:

1 – PD: 6726 voti pari al 42.63%
2 – M5S: 2897 voti pari al 18.36%
3 – LEGA: 1793 voti pari al 11.37%
4 – FORZA ITALIA: 1248 voti pari al 7.91%
5 – LIBERI E UGUALI: 875 voti pari al 5.55%
6 – +EUROPA: 673 voti pari al 4.27%
7 – FRATELLI D’ITALIA CON GIORGIA MELONI: 572 voti pari al 3.63%
8 – POTERE AL POPOLO: 381 voti pari al 2.42% (prima sotto la soglia del 3%).

Per quanto riguarda il Senato (sopra 25 anni)

1 – Coalizione di Centro Sinistra (PD, +Europa, Italia Europa Insieme, Civica Popolare Lorenzin): 7320
votanti pari al 48.69%. Voti solo al candidato al Collegio 2 Sesto Fiorentino Dario Parrini 91 (0,61%).
2 – Coalizione di Centro Destra (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia):3479
voti pari al 23.14%. Voti solo al candidato Scarpati Stefania 71 (0,47%).
3 – Movimento 5 Stelle: 2709 voti pari al 18.02%. Voti al candidato Zita Fabio 75 (0,5%).
4 – Liberi e Uguali: 841 voti pari al 5.59%. Voti solo al candidato Biagioli Alessio 35 (0.23%)
5 – Potere al Popolo:340 voti pari al 2.26%
6 – Partito Comunista: 135 voti pari al 0.9%
7 – Casapound:77 voti pari al 0.51%
8 – Popolo della famiglia 61 voti pari al 0.41%
9 – talia agli Italiani 39 voti pari al 0.26%
10 – Sinistra Rivoluzionaria 33 voti pari al 0.22%I

Anche al Senato il primo partito per voti ottenuti è il PD

1 – PD: 6468 voti pari al 43.92%
2 – M5S: 2634 voti pari al 17.89%
3 – LEGA: 1679 voti pari al 11.4%
4 – FORZA ITALIA: 1151 voti pari al 7.82%
5 – LIBERI E UGUALI: 806 voti pari al 5.47%
6 – +EUROPA: 605 voti pari al 4.11%
7 – FRATELLI D’ITALIA: 504 voti pari al 3.42%
8 – POTERE AL POPOLO: 317 voti pari al 2.15% (prima sotto la soglia del 3%)

Se il PD è la conferma, M5S e Lega si giocano l’etichetta di sorpresa.
I pentastellati a livello comunale sono rappresentati da un solo consigliere ma va considerato che nel 2014, tempo di amministrative, avevano ancora da radicarsi nel nostro territorio. Una percentuale così elevata, tuttavia, rappresenta la tendenza nazionale piuttosto di rappresentare un’eccezione locale dovuta all’operato del consigliere comunale.
Ancor più sorprendente, forse, considerata la storia territoriale tinta di “rosso” è il dato relativo ai voti della LEGA, oltre l’11%. Se Forza Italia, anche a livello comunale, ha sempre avuto i suoi voti altrettanto non si può dire per la LEGA: A Bagno a Ripoli, il 4 marzo 2018, hanno votato Salvini in oltre 1700 alla Camera, in oltre 1600 al Senato. Numeri importanti che, con tutta probabilità, esprimono insoddisfazione per una politica dell’immigrazione che, in molti, vorrebbero fosse rivista…anche in maniera piuttosto estrema.
A differenza del dato nazionale, infine, il nostro territorio porta Liberi e Uguali dunque i fuoriusciti dal PD oltre il 5% e +Europa della Bonino sopra la soglia del 3%, non raggiunta nei dati nazionali. Potere al Popolo, malgrado la roccaforte (ormai ex?) rossa, non raggiunge il 3% neanche a Bagno a Ripoli.