Blackout rossoverde, il Lammari elimina il Grassina!

Blackout rossoverde, il Lammari elimina il Grassina!

Dopo il vantaggio iniziale di Vannoni il Lammari cala la doppia coppia: due gol di Jammeh e Bacci ribaltano la situazione. Vano il tentativo di rimonta finale

555
0
CONDIVIDI

JUNIORES REGIONALI – Fasi Finali Eliminazione Diretta
GRASSINA – LAMMARI 3-4
Marcatori: Vannoni (Gr), Jammeh (Lam), Bacci (Lam), Bambi (Gr), Metafonti (Gr)
Arbitro: Guddemi (sez. di Prato)
Formazioni:

GRASSINA
1 Cecchi
2 Sarti
3 Dall’Olmo
4 Piccini Giulio
5 Fabbrini
6 Galgano
7 Subli
8 Piccini Filippo
9 Vannoni
10 Metafonti
11 Giannelli

A disposione: 12 Merlini, 13 Pierattini, 14 Cavalieri, 15 Bambi, 16 Vicini, 17 Perrotta, 18 Ciofi. Allenatore Morrocchi

LAMMARI
1 Viviani
2 Franchescini
3 Tocchini Leonardo
4 Decanini
5 Guidi
6 Della Maggiora
7 Bacci
8 Jarju
9 Jammeh
10 Tocchini Lorenzo
11 Marchi

A disposizione: 12 Maggiorini, 13 Gianni, 14 Caputo, 15 Colaj, 16 Verdirosa, 17 Bandoni, 18 Lorenzi. Allenatore Di Maro

Giornata di sole al via Bikyla per il match inaugurale della fase finale del torneo regionale. Esordio casalingo per il Grassina contro il Lammari, squadra lucchese che ha concluso il suo campionato al sesto posto al pari dello Zenith Audax. Partenza in discesa per i rossoverdi di Morrocchi che passand in vantaggio dopo 2′: Giannelli da posizione centrale vede il taglio di Vannoni, palla perfetta in profondità per il numero nove che a tu per tu con Viviani rimane freddissimo e segna con un perfetto destro rasoterra. Bellissima la giocata di Giannelli che pesca Vannoni perfettamente tra i due difensori centrali, discutibile però la posizione di partenza del capitano rossoverde al momento del passaggio.

Sembra il prologo ad una goleada, una passeggiata di salute che in breve tempo si rivelerà essere tutt’altro che piacevole… Nel frattempo, Botta e risposta nel giro di 30 secondi: tentativo offensivo affidato al mancino di Leo Tocchini, il laterale basso gialloblu scambia sulla trequarti, e in un lampo stoppa il pallone e libera il mancino. Tiro potente ma non troppo angolato, Cecchi blocco in un tempo.
Lungo rilancio di Cecchi che ribata l’azione con il suo lungo rinvio cecrando e trovando il solito Vannoni, il capitano resiste con il suo fisico alla marcatura del centrale ospite e arriva palla al piede ai 16 metri. Provvidenziale l’intervento di Viviani che senza paura si distende a terra e contrasta regolarmente Vannoni. Sul rimpallo generato la palla arriva a Metafonti che anziche tentare il tiro dai 25 metri con la porta semivuota tenta di liberarsi con un paio di finte perdendo così un paio di tempi di gioco
Al 17′ pareggia Jammeh, palla persa dai rossoverdi a centrocampo sugli sviluppi di una rimeessa laterale, il numero 9 ospite resiste a una spallata di Fabbrini e si invola verso la porta di Cecchi completamente indisturbato. Nonostante l’uscita di Cecchi, il numero 9 mantiene la calma e con la palla a balzello sceglie la soluzione più spertacolare quanto efficace: pallonetto arcuato che supera Cecchi! 1 a 1


Il Grassina è in difficoltà e 180 secondi dopo si trova addirttura sotto… Sempre Jammeh… Sempre con un pallonetto…
Azione nata dalla sinistra, Jammeh anticipa ancora una volta il suo marcatore, alza gli occhi e vede Cecchi leggermente mal posizionato, il numero 9 riprova con il pallonetto e l’esito è ancora vincente! 1 a 2

I ragazzi di Morrocchi sembrano non riuscire a reagire, il doppio colpo inflitto da Jammeh nel giro di tre minuti ha avuto effetti devastanti nel morale dei rossoverdi.
Alla mezz’ora, azione in velocità sul binario di sinistra, sotto la tribuna coperta con Dall’Olmo che scambia con Piccini Filippo, tringolo lungo a far correre il laterale maglia numero 3 che non si fa pregare, arriva sul fondo e crossa rasoterra sul primo palo per Giannelli ma ancora Viviani si oppone, intervento pericoloso in scivolata nel cuore dell’area da parte del numero 1 che mette la palla in corner.
Sfera sradicata dai piedi di Piccini Giulio e verticalizzazione con il contagiri di Decanini per Jammeh, il numero 9 vince ancora il confronto fisicoatletico con Fabbrini e di prima cerca il palo più lontano, Cecchi si allunga e schiaffeggia la sfera in angolo salvando l’1 a 3 e negando a Jammeh la gioa della tripletta.

A tempo scaduto rigore su Jammeh, uscita fuori tempo di Cecchi che arriva fino al confine dell’area di rigore nel tentativo di scippare il pallone allo straripante numero 9 che anticipa l’intervento del portiere che gli rovina addosso, Guddemi non può far altro che concedere il penalty! Timide proteste dei padroni di casa
Dagli 11 metri si presenta Bacci che non sbaglia… apre il piatto destro e trafigge Cecchi per la terza volta in 45 minuti!

Nei secondi 45 msi aspettebbe un Grassina arrembante ma a segnare sono ancora gli ospiti: Bacci resiste alla marcatura di Fabbrini e da posizione defilata scarica una sassata sul primo palo che sfonda la rete! traversa, riga… Gol! Al 50esimo sono quattro per il Lammari…
Pochi minuti dopo reazione dei padroni di casa che cercano quantomeno di chuidere il match con onore.. Colpo di testa di Galgano e tuffo perfetto di Viviani che salva il triplo vantaggio sulla bella incornata del centrale.

Al 18′ Bambi riapre i giochi! Punizione dal vertice destro dell’area, tiro cross insidioso con il mancino a rientrare verso il secondo palo alla ricerca dell’incornata vincente di un compagno. Nessuno riesce a spizzare la sfera ma sorprende comunque Viviani che non riesce ad intervenire. Jammeh sbaglia il gol che chiuderebbe la sfida, una leggerezza che suoi compgni pagheranno poco dopo..
A 15 dalla fine infatti il Grassina conquista un penalty: cross da sinistra di Dell’Olmo, Perrotta si avventa sulla sfera e finisce a terra, sbilanciato da un difensore del Lammari… Rigore! Seconda massima punizione decretata oggi! Metafondi dagli 11 metri non sbaglia: palla da una parte e Viviani dall’altra (per chi fosse interessato trova il video del rigore nelle storie di Instagram della nostra pagina, ma affrettatevi, avete solo 24 ore).

Il Grassina ora ci crede, l’inerzia della sfida è completamente cambiata.
Fasi finali di gara da vivere con il fiato sospeso, i rossoverdi si riversano in attacco lasciano ampi varchi per le ripartenze del Lammari come quando, all’88esimo, Vardirosa s’incuna centralmente palla al piede, ma è provvidenziale l’uscita a valanga di Cecchi che tiene a galla il Grassina.
Il direttore di gara concede 6 minuti di recupero, 360 secondi interminabili al quale ne verranno aggiunti altri 120 viste le numerose interruzioni di gioco per infortunio: scene apocalittiche di giocatori di entrambi gli schieramenti affetti da crampi, più compremsibile visto il caldo torrido e l’intensità. Il nervosismo è palpabile e nell’ottavo minuto di recupero esplusione per Vannoni, somma di ammonizioni e cartellino rosso sventolato in automatico nei confronti del capitano. Con questabimmagine si conclude la gara e l’avventura del Grassina alle fasi finali, eliminata al primo turno al termine di oltre 100 minuti di gioco emozionanti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLa motivazione creativa di Vieri Palanti, fiore all’occhiello dell’Istituto Alberghiero Buontalenti
Articolo successivoSante Marie e Sagra della Ficattola: tutto pronto per il gran finale del Piazza Nova Ghost Talent!
Nato a Bagno a Ripoli il 20 Ottobre 1994, amante del calcio in tutte le sue sfumature, ho passato buona parte della mia vita sui campi della Toscana a smistare palloni, e a prendere qualche salutare pedata. Una carriera scolastica eterogenea, iniziata come geometra ed evoluta come studente di scienze politiche della facoltà di Firenze. Nella vita poche cose sono certe ma su una vado sul sicuro, ho passato più ore a giocare a calcio che sui libri. Col tempo ho coltivato la passione per il giornalismo, lavorando nella redazione sportiva dell'emittente televisiva di Italia 7.