Bagno a Ripoli: “Arti nParco”, ecco le opere d’arte contemporanea che troveranno...

Bagno a Ripoli: “Arti nParco”, ecco le opere d’arte contemporanea che troveranno casa nei parchi pubblici di Grassina e Antella

I nomi dei vincitori del bando comunale: “Fortezza” di Francesco Battaglini sarà collocato al giardino della Cdp di Grassina, “Ascoltami” di Luca Cataldi al giardino della Resistenza all'Antella.

219
0
CONDIVIDI

 

Arti nParco”, ecco i nomi dei vincitori del contest organizzato dall’amministrazione comunale di Bagno a Ripoli per selezionare le opere d’arte contemporanea da collocare nei parchi pubblici del territorio. Si tratta di Francesco Battaglini, autore della scultura in lega bronzea “Fortezza”, in cui l’omonima virtù cardinale è interpreta da un Pinocchio stilizzato, che troverà casa nell’area verde dotata di giochi per bambini adiacente alla Casa del popolo di Grassina, e di Luca Cataldi, autore della scultura “Ascoltami”, una sfera luminosa in pietra e ferro raffigurante gli elementi fondanti della natura, che sarà collocata nei giardini della Resistenza all’Antella.

A decretare i vincitori è stata una giuria nominata dall’amministrazione comunale, composta da Mauro Betti, professore all’Accademia di Belle Arti di Firenze ed artista figurativo, Roberto Casamonti, collezionista d’arte e fondatore della galleria Tornabuoni Arte, Massimiliano Corsi, ingegnere del Comune esperto in materia di lavori pubblici e progettazione di arredo urbano, e presieduta da Fabio Baldi, dirigente dell’Area 4 del Comune di Bagno a Ripoli.

Obiettivo del concorso era incentivare la creatività di artisti locali e promuovere una cultura diffusa del bello e del decoro urbano attraverso i linguaggi dell’arte contemporanea con sculture e installazioni in luoghi di interesse e fruizione pubblica. Si è partiti dall’area verde adiacente alla Casa del Popolo a Grassina e dal giardino della Resistenza di Antella. In un momento successivo sarà indetto un secondo concorso per il nuovo parco urbano di Grassina, una volta che sarà realizzato.

L’amministrazione aveva individuato un tema per ciascun parco: la “voce della natura e il lessico del paesaggio” per il giardino di Antella, il “mondo della fantasia e dell’infanzia” per l’area verde di Grassina. Al concorso hanno partecipato in totale sette artisti, provvisti dei requisiti richiesti dal Comune (aver compiuto il 18esimo anno di età e risiedere nel territorio di Bagno a Ripoli da almeno un anno). Il Comune erogherà per ogni progetto vincitore la somma di 5mila euro più Iva, comprensiva delle spese di realizzazione dell’opera, di cessione della stessa e dei connessi diritti di utilizzazione.

Fortezza”: L’opera di Francesco Battaglini, come spiegato nella presentazione dell’autore, “rappresenta la virtù cardinale della Fortezza, intesa come capacità di resistere alle avversità, di andare avanti di fronte ai contrattempi, senza lasciarsi vincere da pigrizia, viltà e paura”. La virtù è interpretata dal burattino più famoso del mondo e dall’artista in maniera ironica e simbolica. La scultura, in lega bronzea, avrà un’altezza di circa 1,5 metri.

Lo scultore Francesco Battaglini, classe 1981, termina con la lode il percorso di studi all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Dopo gli studi, espone in Italia e in Europa (tra gli altri, a Firenze presso il Museo Archeologico Nazionale, il Palagio di Parte Guelfa, Biennale d’Arte del 2008, Museo Bellini, a Collodi, Casole d’Elsa, a Roma, Milano, Città del Vaticano e S. Michelle de Mourien in Francia).

Ascoltami”: L’opera di Luca Cataldi è una scultura luminosa in pietra e ferro che, come spiega l’artista, “si propone di esprimere il mondo inteso come pianeta e quello che grazie alla sua natura e a un sinergico lavoro di tanti preziosi elementi crea”, “il seme – rappresentato dalla parte interna luminosa – pronto a generare nuova e inarrestabile vita”. La scultura avrà un diametro di circa un metro e mezzo e sarà realizzata in pietra bianca o grigia e ferro.

Lo scultore Luca Cataldi, classe 1974, dal 2005 lavora ed espone tra l’Europa e il Brasile. Nel 2008 dà vita all’Atelier da Rua, atelier itinerante. Durante la sua carriera collabora con numerosi artisti tra cui Silvia Hiss, nella mostra Arte e Natureza, e Ana Hirai. Nel 2000 vince il “Premio di Originalità Città di Jesi” e sia nel 2007 sia nel 2017 è il primo classificato al “Premio di scultura Artigianato Vivo Cison”, di Valmarino (TV).

Per la commissione è stata una scelta difficile perché tutte le opere presentate erano di qualità – dice il sindaco Francesco Casini -. Quelle di Battaglini e Cataldi sono state considerate le migliori per il contesto in cui saranno inserite. Ma stiamo cercando di reperire le risorse anche per installare una terza opera. Siamo soddisfatti dell’esito di questo primo concorso, che darà più decoro e bellezza ai nostri giardini grazie al contributo dell’arte contemporanea. Continueremo su questa strada, prossimo obiettivo il nuovo parco urbano di Grassina”.

CONDIVIDI
Articolo precedentePresentata, tra conferme e novità, la nuova Segreteria del Partito Democratico di Impruneta
Articolo successivoGenerazioni a piedi
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.