“Un canestro per l’AISM”, 12h di basket e solidarietà: FisioLab 2.0 sostiene...

“Un canestro per l’AISM”, 12h di basket e solidarietà: FisioLab 2.0 sostiene la ricerca per combattere la Sclerosi Multipla

905
0
CONDIVIDI

Lo studio fisioterapico di Tavarnuzze FisioLab 2.0 ha sponsorizzato, per il secondo anno consecutivo  “Un canestro per l’AISM” – 12h di basket, evento giunto alla sua terza edizione,  il cui ricavato è stato destinato alla ricerca per combattere la Sclerosi Multipla.

Dodici ore di sport, dodici ore di basket, ma soprattutto dodici ore di solidarietà. È stata  una vera e propria maratona quella che si è tenuta domenica scorsa, 17 giugno, a Firenze presso la Polisportiva Castello. Un’iniziativa di raccolta fondi che è nata da una piccola grande sfida: giocare una partita di basket per 12 ore di fila. Gli organizzatori, la sezione Pallacanestro della società Atletica Castello, si sono schierati attivamente al fianco della sezione provinciale AISM di Firenze per raccogliere fondi e dare un segnale a tutti: la sclerosi multipla si sconfigge tutti insieme. 

E FisioLab2.0 è voluta esserci, contribuendo a promovuere e, nel suo piccolo, aiutare la manifestazione insieme ad altri sponsor. Il classico “campetto” di basket outdoor, playground  per dirlo all’americana, aperto a tutti: più di 70 partecipanti, grandi e piccini dai 12 ai 60 anni, uomini e donne, che si sono susseguiti dalle 10 fino alle 22, garantendo 12 ore di gioco no-stop, nonostante il caldo delle ore di punta.

A contorno, due dj che si sono alternati mettendo musica e un gazebo dell’AISM con volontari pronti a informare e sensibilizzare le persone riguardo la Sclerosi Multipla. Svolgimento della manifestazione semplice ma efficace: bastava presentarsi al campo e aggiudicarsi, con un piccolo contributo di partecipazione, una delle due divise ufficiali dell’evento, una canottiera bianca oppure nera, a seconda della squadra con cui gareggiare.

FisioLab2.0 ha portato il suo contributo, sia giocando sul campo che rendendosi disponibile qualora ce ne fosse stato bisogno. Fortunatamente infortuni non ce ne sono stati e ciò ci ha reso ancora più contenti. Per la cronaca, ha vinto la squadra nera ma in questa occasione, più che mai, l’importante è stato partecipare. Ed a vincere veramente alla fine è stata la ricerca.

 

Qui il link di rimando all’intervista del Dr. Paolo Duminuco, autore dell’articolo, socio fondatore di FisioLab 2.0: https://www.facebook.com/12hbasketxAISM/videos/1063286560502171/

Articolo a cura del Dr. Paolo Duminuco – Laureato in Fisioterapia, master I livello in Terapia Manuale, 
socio fondatore di FisioLab2.0 studio fisioterapico, amante del proprio lavoro e sportivo dilettante,