Politica Impruneta, Obbiettivo Comune: “Grazie agli imprunetini 569 volte, faremo un’opposizione dura...

Politica Impruneta, Obbiettivo Comune: “Grazie agli imprunetini 569 volte, faremo un’opposizione dura ma costruttiva”

Roberto Viti rappresenterà la lista in consiglio comunale

326
0
CONDIVIDI

Di seguito il comunicato ufficiale della lista civica di Obbiettivo Comune,  a nome del candidato consigliere e portavoce Giany Tacconi, riguardante le elezioni di domenica 10 Giugno: 

“A distanza di qualche giorno dalle elezioni, vogliamo ringraziare 569 volte, coloro che ci hanno votato ed hanno creduto in noi, nel nostro programma e che cosi facendo hanno permesso al nostro candidato sindaco Roberto Viti,di essere presente anche nella nuova legislatura come Consigliere Comunale. Sicuramente, la delusione per non aver fatto un risultato migliore, c’è! Ma ancor di più lo è per la percentuale di astensionismo di questa tornata elettorale, che deve far riflettere. Nonostante ciò, questo non fermerà la nostra voglia di voler migliorare e dare un FUTURO al nostro paese. Continueremo a lavorare, dentro e fuori dal Consiglio, coinvolgendo la popolazione e facendola diventare PROTAGONISTA DI IMPRUNETA e faremo un’opposizione costruttiva ma allo stesso tempo dura con il resto dell’opposizione. Il paese ha bisogno di uscire da questo momento di stallo; dobbiamo TUTTI INSIEME pensare unicamente al bene di Impruneta e delle GENERAZIONI FUTURE, coinvolgendo anche e soprattutto i GIOVANI e farli sentire parte integrante di questo progetto.

Solo così il paese può migliorare e riprendere splendore. Lo stesso vale anche per le attività e per le molteplici associazioni, che fanno molto e che sono presenti sul nostro territorio. Infine non dobbiamo dimenticarci delle frazioni, che molto spesso sono lasciate a se stesse. Questo è e rimarrà il nostro punto fermo da cui ripartire per migliorare concretamente e con serietà Impruneta. Auspicando che lo stesso faccia il resto del Consiglio, auguriamo buon lavoro a tutti gli eletti e sempre viva l’IMPRUNETA.