L’Assemblea indetta dal Collettivo Giovani Impruneta: “dibattito sereno e proficuo, seguiranno altri...

L’Assemblea indetta dal Collettivo Giovani Impruneta: “dibattito sereno e proficuo, seguiranno altri incontri!”

288
0
CONDIVIDI

Seppur lentamente e senza proclami di candidature investiti di alcuna ufficialità, la campagna elettorale per le comunali 2018 ad Impruneta è iniziata. Come trasmesso tramite le pagine virtuali del nostro giornale, mercoledì scorso, 29 Novembre, si è tenuta alla Casa del Popolo imprunetina un’assemblea indetta dal Collettivo Giovani Impruneta. Una sorta di sperimento dei ragazzi imprunetini, rivolto alla cittadinanza tutta col fine di carpire la voglia popolare di partecipazione, idee ed impressioni sul presente socio-politico di Impruneta e su quello futuro che andrà a delinearsi dopo le elezioni del prossimo Maggio.

“Non si può costruire niente di credibile se non si riparte dall’avvicinamento delle persone alla cosa pubblica, ed è in questa strada che ci auguriamo possa nascere un’alternativa politica”, affermava il Collettivo Giovani Impruneta soltanto pochi giorni fa. Ad assemblea compiuta, invece, ecco il resoconto della verde formazione imprunetina:

“Possiamo dire con soddisfazione che l’assemblea di mercoledì sera è stata un successo, innanzitutto di partecipazione. Erano infatti 35 le persone presenti, delle quali molti semplici cittadini solitamente lontani dalle discussioni politiche. Nei vari interventi che si sono succeduti, sono state affrontate molte questioni che riguardano il paese, e in particolar modo è stato espresso il disappunto sulla questione scuole, sul problema dei cimiteri, sul degrado urbano e sui rapporti tra istituzioni e cittadinanza. Si è respirato un clima sereno e molto propositivo, ed è stata apprezzata la novità dell’iniziativa: per la prima volta c’è stata la possibilità di parlare dei problemi di Impruneta dando voce alle persone e mettendole a confronto con la realtà politica. Siamo fiduciosi che si sia gettata la base di un vero progetto alternativo, e seguiranno nelle prossime settimane nuove assemblee di questo tipo, nel capoluogo e nelle frazioni.”