Impruneta, il Consiglio di Istituto all’A.C.: ex scuola di Via Roma in...

Impruneta, il Consiglio di Istituto all’A.C.: ex scuola di Via Roma in buone condizioni, che venga riaperta!

Da 5 anni nella Paolieri convivono con disagi classi della scuola Primaria e classi della scuola d'Infanzia: una situazione provvisoria che, a causa di un plesso scolastico ancora col dono dell'invisibilità, persiste dal 2013

976
0
CONDIVIDI

Impruneta non finisce di stupire e porta nuovamente alla ribalta, tramite una nota ufficiale della dirigenza scolastica, il tema “scuole”. Non senza clamori. E, per di più, a neanche tre mesi dalle prossime elezioni amministrative che ridisegneranno il governo comunale di Impruneta.

Sul tema scuole, in questi cinque anni firmati Calamandrei, se ne sono scritte di ogni a fronte di quanto realmente accaduto: ovvero, niente. Di mattoni, ruspe e cantieri, malgrado promesse istituzionali, non se ne sono visti. Del plesso scolastico abbiamo solo il rendering.
La cronistoria in materia scuole racconta quanto segue: fu la chiusura precoce della Scuola Luca Della Robbia di Via Roma a scatenare una reazione a catena per la quale i piccoli studenti della materna furono trasferiti alla Paolieri, comportando una divisione della struttura tra classi elementari e classi d’asilo (quattro).
Un provvedimento momentaneo, si diceva, in quanto non ideale per spazi ed altri problemi logistici.

La Scuola di Via Roma veniva chiusa poiché necessitante di un intervento di manutenzione dunque di un ingente investimento da parte dell’A.C. e, nei piani amministrativi, sarebbe dovuta esser sostituita da un nuovo e moderno plesso scolastico al Parco dei Sassi Neri: dapprima un plesso che unisse materna ed elementare, poi, viste le difficoltà del progetto, si optò per dar precedenza alla materna. Da costruire possibilmente in tempi rapidi per dar nuovamente una scuola ai ragazzi dell’ex Luca Della Robbia.
Vi risparmiamo la trafila di scadenze rese pubbliche e disattese, dunque rinviate e nuovamente tradite, assieme alla telenovela della costruzione del plesso legata alla lottizzazione Pesci-Ref,  vincolo recentemente rescisso dall’amministrazione. Basti pensare che il plesso scolastico – che non c’è – sarà il flop per il quale l’amministrazione attuale verrà ricordata.

Tornando alla cronistoria, tutt’oggi la Paolieri è costretta ad ospitare non senza difficoltà materne ed elementari imprunetine come avevano puntualmente previsto le opposizioni, Coraggio di Cambiare in primis. Mentre sulla scuola di Via Roma sono emerse verità scomode: su tutte, per merito del coordinatore Lega Nord Chianti Lorenzo Somigli, l‘assenza di atti ufficiali che attestassero la necessità di chiudere la Della Robbia, con tanto di sentenza del Tar e di esposto alla Procura della Repubblica. Adesso una nuova figuraccia sulla scuola di Via Roma giunge per mano dell’Istituto Statale d’Istruzione “Primo Levi” di Impruneta tramite una nota firmata dal Dirigente scolastico Gian Lucio Esposito e dalla presidentessa del Consiglio d’Istituto Sara Pratesi. Rivolgendosi al Sindaco e all’assessore competente Kraft, Il Consiglio d’Istituto “Primo Levi” ribadisce che “da 5 anni i bambini, tutti i docenti ed il personale ATA della scuola dell’infanzia e della scuola primaria di Impruneta vivono all’interno dell’edificio Paolieri in una situazione precaria di disagio e di difficoltà non più protraibili nel tempo”. 

Pertanto si chiede di “procedere in tempi molto stretti (entro e non oltre il mese di marzo) all’individuazione di una sede temporanea per la scuola dell’Infanzia di Impruneta, utilizzabile fino all’apertura della futura scuola in Piazza Bandinelli (terza piazza)” e di predisporre l’apertura di questa nuova sede temporanea già a Settembre 2018. 

Non solo. Ha del clamoroso, ai limiti del paradossale, il seguito della nota che, qui, vi riportiamo per esteso: “Il Consiglio di Istituto con le informazioni di cui è in possesso al momento ritiene che l’unico edificio sul territorio che possa essere riadattato in tempi brevi a scuola dell’infanzia sia la scuola di Via Roma. Come dichiarato anche nel verbale del Consiglio del 21 Febbraio 2018 i locali di Via Roma, nonostante i 4 anni di chiusura della scuola, sono apparsi in buono stato di conservazione e possono essere predisposti gli interventi di ripristino degli arredi originari in modo tale da garantirne la fruibilità. Il Consiglio chiede pertanto che l’Amministrazione Comunale effettui subito una verifica di tempi e costi per il ripristino dei locali e per ottenere tutte le autorizzazioni necessarie alla riapertura”.

Abbiamo capito bene?
Si è chiuso, senza atti ufficiali, la Scuola Della Robbia poiché “precaria” nel 2013.
Si sono spostate le quattro classi della materna alla Paolieri, scuola Primaria, causando criticità e disagi.
Il tutto aspettando il plesso scolastico per la scuola materna (ancora assente).
Dopo 5 anni, è il 2018, il Consiglio D’Istituto chiede ufficialmente all’A.C. la riapertura (provvisoria) della stessa Della Robbia, considerata in buono stato di conservazione.