Se ne è andato Marcello Citano, il partigiano “Sugo” della Brigata Sinigaglia

Se ne è andato Marcello Citano, il partigiano “Sugo” della Brigata Sinigaglia

Aveva combattuto giovanissimo sui nostri monti - Fontesanta e l'Incontro - nella Brigata Sinigaglia

585
0
CONDIVIDI
Marcello Citano detto Sugo

Un altro testimone della Storia se ne è andato.
Marcello Citano, nome di battaglia “Sugo“, partigiano della 22° Brigata Sinigaglia, è scomparso nella notte ad oltre novanta anni. Sugo ha contribuito alla Liberazione di Firenze combattendo sin da giovanissimo – aveva 16 anni quando si dette alla macchia – sui nostri monti fiorentini, tra i quali spicca Fontesanta, “quartier generale” della Brigata Sinigaglia.

Marcello ha proseguito poi la sua militanza, passando dai monti alle scuole e alle piazze, lasciando le armi a cui fu costretto durante la guerra ed impugnando piuttosto il libro della memoria, da alimentare con il ricordo vocale della sua esperienza. Fino a pochi mesi fa “Sugo” partecipava in prima persona alle manifestazioni antifasciste, alla Festa della Liberazione, agli eventi volti a tramandare quella Storia del Novecento che lo vide protagonista.

“Se il vento fischiava ora fischia più forte.
Buon viaggio a chi non se ne va mai”,
uno dei ricordi su Facebook.

“Il suo impegno per la libertà è stato continuo, incessante, Sugo era una sicurezza al nostro fianco, perchè aveva capito che l’opera iniziata in quel lontano ’44 non era ancora finita”, un altro pensiero sui social.

Su Internet si trovano video di alcune sue interviste. Mentre per chi vuole salutare un’ultima volta il partigiano Marcello potrà farlo dal primo pomeriggio di oggi e domani recandosi alle cappelle del commiato di Careggi.