Mondeggi, all’asta la tenuta (villa compresa). Mondeggi Bene Comune: “Nuovo anno, stesso...

Mondeggi, all’asta la tenuta (villa compresa). Mondeggi Bene Comune: “Nuovo anno, stesso copione”

ed il prezzo, ogni bando d'asta che passa, si abbassa: 9.537.000 euro

222
0
CONDIVIDI

Il 30 dicembre 2018, in extremis, la Città Metropolitana di Firenze ha emanato a sorpresa un bando con il quale, per l’ennesima volta, sancisce l’area di Mondeggi (villa inclusa) tra le proprietà inserite nel piano delle alienazioni. L’ultima volta accadde quattro anni fa. Nel frattempo a Mondeggi è nata una realtà sociale inclusiva che ha posto al centro del rilancio dell’area l’agricoltura e la convivenza: la comunità Mondeggi Bene Comune (leggi qui).

La stessa entità sociale che, attraverso alcuni suoi rappresentanti, ha  organizzato in collaborazione con “Per Una Cittadinanza Attiva” l’evento “Intervalli…di governo”, sabato u.s. in piazza Ubaldino Peruzzi ad Antella. In quell’occasione è stato diffuso dai mondeggini un comunicato stampa nel quale si contesta la nuova presa di posizione della Città Metropolitana, miope nel non tenere conto di ciò che, dal basso, è nato a Mondeggi:

“L’alienazione non è una novità: lo stesso proposito era stato già palesato circa un anno e mezzo fa, nel momento in cui lo stesso ente ravvolse “manifestazioni di interesse” da parte di soggetti interessati all’acquisto. Manifestazioni che, almeno fino ad ora, sembrava non avessero avuto seguito. Non ci interessa sapere se pesano sulla Città Metropolitana e sugli amministratori incombenze di bilancio, piuttosto che potenziali procedimenti per danni erariali: l’unico dato dalla evidente valenza consiste nell’aver lanciato formalmente sul mercato una proprietà dei cittadini tutti, nell’aver declassato un “bene comune” dall’enorme potenziale sociale a merce, oltretutto di lusso.”

La base d’asta, già bassa nei precedenti avvisi, si è ulteriormente abbassata in una svalutazione del bene considerata dai mondeggini assurda: 9.537.000 euro, all’incirca pari al valore stimato nel 2014 (9.240.000) quando però la villa non era inclusa.

Su tale punto Mondeggi Bene Comune esige chiarezza: “In base a quale stima è stato determinato questo valore? La cifra proposta ha un riferimento concreto e documentabile oppure proviene dalla fantasia dei redattori del bando, mossi dall’obiettivo di disfarsi del bene? Assurdo, poi, non valutare all’interno delle stime il valore degli interventi  di recupero che, in questi ultimi cinque anni, la comunità di Mondeggi Bene Comune – Fattoria senza padroni ha effettuato autoorganizzandosi e autofinanziandosi, con la riqualificazione di oliveti e vigneti abbandonati ed interventi volti ad evitare il depauperamento del patrimonio immobiliare, salvaguardando quindi il valore di case e terreni. Riteniamo che delle risposte debbano essere fornite alla comunità tutta, non soltanto a quella gravitante intorno a Mondeggi!”