Guanti e rastrello per il paese: all’Antella cittadini volontari puliscono i Giardini...

Guanti e rastrello per il paese: all’Antella cittadini volontari puliscono i Giardini della Resistenza

un aiuto gratuito e volontario per dar decoro al polmone verde antellese. "Oggi inizia questo esperimento, sperando possa avere più adesioni"

1117
0
CONDIVIDI

Guanti, rastrello, granata e cassetta, sacchetti neri classici ed il desiderio di dar decoro al paese che si vive. L’orario indicato per il ritrovo è mattiniero, le 7:00 di sabato 11 Agosto. Appuntamento – come scrive su Facebook l’antellese Fabrizio – ai giardini della Resistenza.
Eccoci, pochi ma boni: “E’ comunque un inizio”, si convincono i presenti.
La data in piena estate non aiuta ma l’iniziativa resta lodevole, sperando possa avere un seguito nei tempi e nella partecipazione.

Alcuni cittadini, infatti, hanno deciso volontariamente e del tutto gratuitamente di attivarsi per manutenere e rendere pulito un luogo simbolo della socialità ripolese: i giardini dell’Antella, area ideale per far divertire i piccoli, polmone verde della frazione e, durante l’estate, “abitato” anche in notturna grazie al chiosco I’Lanternino. 
Senza sollevare polemiche –  già questo è un’eccezione da rimarcare – ed anzi, per supportare l’operato comunale, l’idea promossa da Fabrizio ha l’obiettivo di far splendere l’area, togliendo mozziconi di sigaretta, rifiuti di plastica, rimuovendo oggetti pericolosi gettati a terra. “Pochi discorsi e parecchi fatti” per una maggior sicurezza ed un’incrementata decenza. Uno slogan che piace.

Sabato mattina Fabrizio è stato aiutato da Alfredo, soltanto in due per un lavoro che in oltre due ore ha comunque prodotto i suoi frutti, togliendo tanta spazzatura dall’erba.
“Su facebook avevamo ricevuto più adesioni, intanto iniziamo poi si vedrà, cercheremo di riunirci nuovamente”. A prescindere dalla partecipazione, che ci auguriamo possa essere maggiore in futuro, va riconosciuto il valore civile del gesto, affermazione del volontariato e della pratica di contro alle esternazioni sui social che (quasi) mai trovano riscontro nella realtà.
Di passaggio, oltre ad alcuni volti noti di Antella, anche il consigliere comunale di Forza Italia Massimo Mari che si è complimentato con i volontari per l’iniziativa.