(Fotogallery) 2° giorno di “Antella in Festa”: via al Torneo Rionale di...

(Fotogallery) 2° giorno di “Antella in Festa”: via al Torneo Rionale di calcetto, poi aperitivo per Margherita e intrattenimento in Piazza Peruzzi

909
0
CONDIVIDI

Antella in Festa 2018 è ufficialmente entrata nel vivo, tra tornei di calcetto rionali inaugurati a suon di gol e risate, eventi di piazza, aperitivi e musica. La pioggia ha voluto metter la firma anche quest’anno ma, per fortuna, è giunta a fine serata.
Sono giorni di fermento per la comunità antellese, piccola ma capace di mantenere un’identità forte ed autentica, ben visibile nella manifestazione organizzata dal Comitato Vivere all’Antella: tra il coinvolgimento di realtà associative ed imprenditoriali locali, l’occasione di vivere l’agorà intitolata al Peruzzi, rivedere vecchi antellesi e conoscerne di nuovi, la socialità paesana mostra in questi giorni pre-estivi tutto il suo splendore.

Andiamo con ordine e partiamo dal “momento” sportivo dell’evento: il Torneo Rionale di Calcetto. Quattro Rioni, un solo campo, un unico vincitore…da decidere, chiaramente, nella finale di domenica. Ma, oltre il risultato sportivo, c’è ben altro: ci sono ad esempio babbi e figli impegnati sullo stesso campo; ci sono i piccoli a darsi “battaglia” per puro divertimento; c’è chi scatta ed immortala il folclore dell’iniziativa e chi, rimembrando vecchi tempi, segna su punizione ed esulta a favore di telecamere.
C’è Giuliano Vettori, organizzatore e tuttofare del Torneo. E c’è Gnagno, con la fascia da capitano e quel numero 3 vintage…un mix inconfondibile tra Maldini e Kallon.
Ecco i risultati della giornata inaugurale del torneo con due gare a testa per “ragazzi” e “adulti”:

Ragazzi:
CentroAntella vs Balatro 1-5
Stradine vs Casenuove 3-0

Adulti:
CentroAntella vs Balatro 4-3 (con rete decisiva dell’immarcescibile Pippo Landi)
Stradine vs Casenuove 3-2

Ecco le squadre “adulti” nella prima giornata di Torneo:

 

CENTROANTELLA, un team costruito per vincere nel quale è capitan Gnagno la guida spirituale e tecnica della squadra. Lobo tra i pali è una certezza (di prendere gol) e Pippo Landi in attacco ha più gol che minuti giocati sul referto. La tecnica dei giovincelli, poi, fa il resto. Da sottolineare, nel primo match del torneo, la grande prova difensiva di Michael del Bar Peruzzi.
S’è visto per alcuni minuti anche Michi d’Aqua in porta a sopperire all’emergenza…un raro esemplare di portiere-giardiniere.

 

 

 

BALATRO – la “provinciale” Balatro vorrebbe sbancare la concorrenza del centrocittà anche nell’edizione 2018, malgrado un inizio in salita. Nella formazione Balatrense spicca per talento ed attitudine al gol Samu Manetti, il “Morata” dell’Antella di sopra. A centrocampo Catelani Marco è sempre pronto a sfornare la bomba dal piede destro mentre in difesa l’esperienza regna sovrana: Catelani-senior e Piccini-senior, due grandi giocatori dell’Antella che fu.
MB (Matteo Barbieri) di Pizza Bomba macina chilometri sulla fascia mentre il Baba, fantasista romantico, inventa calcio e si fa beffa del Lobo con la punizione del momentaneo vantaggio Balatro. Per i prossimi match si attendono rinforzi di lusso. Da notare come il Piccio Junior sia veramente “piccolo”….

 

 

CASENUOVE – Le assenze pesano in casa Casenuove. Mancano Pollini e Mazzoni, ci sono Relli e Magnelli…ma non basta. Ricca Biondi è il condottiero (anche) di questa squadra mentre Faustino in porta è un gatto dice un pò acciaccato (ma comunque dal balzo felino). La famiglia Tonnesi la fa da padrone, dentro e fuori dal campo, ma alle Casenuove manca quel qualcosa che altri giocatori come Gnagno o il Cocca riescono a dare alle proprie compagini. Provvederanno?

 

 

 

 

STRADINE – tanta gioventù a servizio delle Stradine che, a sorpresa, sbancano Casenuove. Leader del team è il Cocca-drillo, animale dell’area di rigore, mentre a centrocampo il Cianghe è il regista che ogni squadra vorrebbe. Le Stradine sono anche la squadra meglio amalgamata tra freschezza giovanile ed esperienza del torneo. Quest’oggi se la vedranno con Balatro per il match della (loro) verità. Complimenti a Pietro Landi per esser sceso in campo con scarpe da calcio e fantasmini…belle cose.

 

Il calendario completo qui

 

Il gol del Baba:

 

FOTOGALLERY del torneo di calcetto rionale

 

 

La serata, poi, è proseguita in piazza con l’aperitivo del Comitato Vivere all’Antella il cui ricavato servirà a sostenere le terapie necessarie a Margherita per combattere il mostro da cui la giovane ripolese è affetta. L’intrattenimento in orario di cena è stato curato da Lorenzo Fortino, titolare e fondatore di Isoma (negozio di dischi e abbigliamento ad Antella), prima di lasciare il palco a ballerini e ballerine di ben otto scuole fiorentine.