Assegnati i chioschi estivi: conferme per Antella e “Ponti” di Bagno a...

Assegnati i chioschi estivi: conferme per Antella e “Ponti” di Bagno a Ripoli, nessun offerta per Grassina

Yoga, musica, orti in cassetta e pic-nic al tramonto: i parchi di Antella e Bagno a Ripoli si preparano all'estate

750
0
CONDIVIDI

Di seguito il comunicato stampa diffuso dal Comune di Bagno a Ripoli riguardo l’assegnazione dei chioschi estivi. Conferme di gestioni già sperimentate con successo nel 2017 per i giardini della “Resistenza” dell’Antella ed i “Ponti” di Bagno a Ripoli. Resterà ancora senza chiosco estivo, invece, la frazione di Grassina:

“Sessioni di yoga sul prato, musica dal vivo, lezioni di danza etnica e di orti in cassetta. Pic-nic al tramonto, reading, gare di subbuteo e truccabimbi. E poi, aperitivi, merende e spuntini con prodotti di filiera corta. Ci sarà tutto questo e molto altro nell’estate ai giardini di Antella e Bagno a Ripoli. Ingredienti previsti dal calendario di attività presentato dalle associazioni che si sono aggiudicate il bando comunale per la gestione dei chioschi estivi nelle aree a verde pubblico della “Resistenza” e dei “Ponti”. In realtà, si tratta di due riconferme: come lo scorso anno, anche stavolta il chiosco all’Antella sarà affidato all’associazione di promozione sociale La Citè, quello di Bagno a Ripoli all’associazione Giostra della Stella – Palio delle Contrade.

Entrambe metteranno in campo proposte culturali e ricreative diversificate, pensate per persone di tutte le età, con l’obiettivo di promuovere e incentivare le occasioni di socialità, aggregazione sociale, intrattenimento e animazione durante l’estate. I due vincitori potranno installare piccoli chioschi per l’erogazione di servizi accessori come la somministrazione di alimenti e bevande. I chioschi, che dovranno essere strutture leggere, non in muratura e quindi facilmente removibili al termine della concessione, potranno essere aperti dal 20 maggio al 16 settembre al giardino della “Resistenza”, dal 27 maggio al 23 settembre al giardino “I Ponti”.

All’Antella, La Citè dedicherà due pomeriggi a settimana a laboratori e incontri, attività manuali e di movimento. In programma un evento al mese di clown, magia e circo contemporaneo con associazioni del territorio e di Firenze. Spazio anche ai giochi da tavolo, a lezioni di yoga, trattamenti zen e partite di subbuteo. In collaborazione con la Biblioteca comunale saranno organizzati reading e occasioni di promozione della lettura. E poi, iniziative musicali e teatrali cosmopolite dalla samba al reggae. Ci sarà inoltre un angolo morbido e ombreggiato dove poter gustare merende a base di cocomero, gelati, frappè, spremute e centrifughe preparate con prodotti a Km zero. Previsto inoltre un menu fisso a cena per gli anziani.

A Bagno a Ripoli, con il Palio delle Contrade, una volta alla settimana si farà il pic-nic al tramonto. E poi conferenze, prove pratiche di sport, cinema, karaoke, aperitivi e degustazione di filiera corta. In programma anche iniziative di valorizzazione e divulgazione delle rievocazioni storiche, dai giochi rinascimentali al lavoro sartoriale per realizzare i costumi. Programma variegato per i bambini con baby dance, attività con animali, truccabimbi. Previsto inoltre un codice di comportamento per una sana educazione del bere (nessuna offerta, sconto o promozione per alcolici).

“Siamo sicuri – commentano il sindaco Francesco Casini e l’assessora allo sviluppo economico Francesca Cellini – che sia La Cité che il Palio sapranno replicare il successo dello scorso anno. Con un’offerta ricreativa di qualità aperta a tutta la cittadinanza e un’opportunità di lavoro concreta”.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteInterventi edilizi a Grassina, Sonia Redini: “Incompatibili per la Soprintendenza, possibili per Il Comune. C’è «Privato» e privati…all’ombra di un conflitto tra Enti”
Articolo successivoSan Polo, il risveglio tra amarezza e speranza di ripresa: gli “scatti” del giorno dopo
Nato nel 1990, mi sono appassionato alle vicende locali per necessità di lavoro, scoprendo che basta guardarsi intorno per raccogliere spunti di riflessioni e motivi di scrittura. Scrivere, è la mia esigenza. Conoscere la Storia, la mia passione. Vivo ad Antella, "campanilista" quanto basta, vago per il territorio alla ricerca di aneddoti da raccontare. Collaboro con TuscnayPeople e Tele Iride.