Amatori Grassina…quando il referto arbitrale è poesia: “Per avere attinto l’assistente con...

Amatori Grassina…quando il referto arbitrale è poesia: “Per avere attinto l’assistente con ossa di rosticciana…”

150 euro per una rosticciana...da Guinness! Singolare ed esilarante multa comminata ai rossoverdi di via Bikila

3926
0
CONDIVIDI

 

 

Giovedì a Grassina è andata in scena la 26esima giornata del campionato Amatori serie A1. Partita di cartello, Grassina a 36 punti contro Vieusseux a 37, ad occupare l’ultimo posto per i playoff. Partita tesa, bel gioco da parte dei rossoverdi sostenuti da una trentina di supporters. Il loro sostegno e la loro spensieratezza hanno spinto la banda di Parrini ad un pareggio in extremis, congelando la classifica e tenendo tutto aperto.

Perchè spensieratezza?? A metà secondo tempo, all’improvviso, il guardalinee ha chiamato a se l’arbitro ed interrotto la partita. Dietro di se aveva i rumorosi ragazzi che sostenevano a suon di cori fumogeni e petardi i rossoverdi. Ma non era questo ad infastidirlo: durante la partita, i supporters locali, armati di barbecue, hanno dato vita ad una vera e propria grigliata, sfociata, su qualche decisione a sfavore, in un lancio di… ossi di rosticciana! Le due panchine, venute e saperlo, non hanno potuto fare a meno che sbellicarsi, insieme all’altro guardalinee: “Ce l’ha detto a fine primo tempo e ridevamo anche noi”.

 

Oggi è arrivato il verdetto del Giudice Sportivo, con appunto la multa comminata agli Amatori Grassina, così trascritta nel referto: “Per lancio di oggetti in campo da parte dei propri sostenitori durante gran parte della gara . Per aver attinto l’assistente con ossa di rosticciera sporcandone la divisa…”.

Commenti dei giocatori grassinesi, nel post-referto, chiari ed immediati: “Lo so io perchè, il guardalinee l’era vegano!”; “Macchè, s’è arrabbiato perchè c’erano solo ossi senza la ciccia”; “Oh ma 150 euro per una rosticciana nemmen da Cracco eh”. Beh, sempre meglio un innocuo e goliardico lancio di ossi di rosticciana che la violenza no?