L’USD Antella 99 sul giornale più famoso al mondo: “The New York...

L’USD Antella 99 sul giornale più famoso al mondo: “The New York Times” nell’impianto bianco-celeste per raccontare la storia di Maurizio Sarri

Un articolo sul N.Y.Times versione web dopo la visita in Via di Pulicciano della corrispondente Nadia Shira Cohen

2661
0
CONDIVIDI
Una foto di oggi Sul NYTimes per rivivere l'Eccellenza di ieri, allo scadere del secolo scorso

 

Maurizio Sarri sbarca su “The New York Times” versione online e con lui ci finisce anche l’USD Antella 99.
“Un lustro notevole per noi”, ha commentato il Team Manager (per dirla alla Premier League) antellese Antonio Nuti.
Una citazione all’interno dell’articolo dunque una foto dei giocatori attuali bianco-celesti impegnati nella preparazione per la stagione calcistica 2018-19, in azione di stretching, nella campagna ripolese. Anche questa, se vogliamo, è valorizzazione del territorio.

“From there (Faellese), he went to Cavriglia, Antella, Valdema and Tegoleto: small steps, small journeys”, si legge nell’articolo in lingua inglese intitolato “Maurizio Sarri: Chelsea’s Tuscan son”, figlio della Toscana, firmato da Rory Smith e fotografato da Nadia Shira Cohen.
Maurizio Sarri, dopo aver fatto scuola in Italia, diventa pertanto un personaggio da copertina anche nei paesi anglofoni, Inghilterra e States in primis. Volto inedito per stile e trascorsi di un calcio votato all’immagine, Sarri è il mister che più degli altri rappresenta il “self-made coach” capace di “emanciparsi” dalle umili radici calcistiche nelle quali è cresciuto per elevarsi al top del football mondiale. Nella stagione 1990-1991 svestì la casacca del calciatore – era un difensore dello Stia in Seconda Categoria – per prendere le redini della medesima squadra, dalla panchina. Con la tuta, immaginiamo.
Una gavetta piena ed impensabile, ai limiti del verosimile, che lo portò dagli spogliatoi sgarrupati del dilettantismo alla “perfezione” del professionismo nell’arco di un decennio: fu C2 con la Sangiovannese dunque Serie B con Pescara ed Arezzo per approdare, 22 anni dopo l’esordio in panchina, in Serie A con l’Empoli.

l’immagine copertina dell’articolo

In questo suo “dolce naufragar” Sarri, com’è noto, passò anche per l’Antella tra 1996 e 1998 ottenendo una storica vittoria in Promozione che significò Eccellenza, categoria riconquistata della società bianco-celeste soltanto un anno fa. Un’esperienza che Sarri ha ricordato più volte con molto piacere.

Scavando nel passato dell’attuale Coach del Chelsea, The New York Times ha inviato la corrispondente Nadia Shira Cohen ad immortalare i luoghi calcistici che hanno dato vita al “mito” del mister Impiegato. Giovedì scorso, 9 Settembre, la giornalista ha raggiunto l’impianto sportivo di via di Pulicciano, assistendo al primo giorno di preparazione atletica ed incontrando gli eredi di quell’Antella 1996-1998. Di allora sono rimasti invariati gli spogliatoi, muri bianchi e panchine blu, ammirati dalla free-lance. Dunque un “tour” guidato di quel mondo “operaio” del calcio, per poi ritrovarsi con i giocatori antellesi nella Valle dell’Isone, dove si è consumato l’allenamento inaugurale della nuova stagione. Primi piani, rincorse, domande.
Risultato della visita? Una foto a tutto schermo – pubblicata all’interno dell’articolo – della rosa allenata da Mister Alari, “in posa” lungo il viale alberato di Via della Rimaggina, ad Antella. Per The New York Times, il giornale di NY, il più famoso al mondo, visitato da 30 milioni di utenti ogni mese.

Di seguito il link all’articolo del N.Y. Times: https://www.nytimes.com/2018/08/10/sports/maurizio-sarri-chelsea.html

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCi siamo: Duccio T alla conquista della Sardegna!
Articolo successivoGuanti e rastrello per il paese: all’Antella cittadini volontari puliscono i Giardini della Resistenza
L’U.S.D. ANTELLA 99 viene fondata nel maggio 1999 dopo che la fusione tra l’U.S. Antella e l’U.S. Grassina aveva privato il paese di una propria squadra. Grazie al vivo e partecipe interesse dei soci promotori dell’iniziativa, all’attivo interesse delle istituzioni locali, CRC Antella, Misericordia di Antella, Acli di Antella e delle istituzioni comunali, nel Settembre dello stesso anno è ripresa l’attività agonistica.