Eccellenza, l’Antella e l'”X-factor”: nuovo pareggio a reti bianche in casa del...

Eccellenza, l’Antella e l'”X-factor”: nuovo pareggio a reti bianche in casa del Valdarno

223
0
CONDIVIDI

ECCELLENZA, 1° giornata di ritorno
VALDARNO vs ANTELLA 99 0-0
Arbitro: Sig. Mangani Matteo della sez. di Arezzo
Assistenti: Sig. Puccini Lorenzo Dario della sez. di Pontedera e Sig.na Fortini Alessandra della sez. di Arezzo
VALDARNO F.C.: Lampignano, Mirante, Gualandi, Bega, Myslihaka, Carnevale(71°Gori), Bettoni, Vanni, Traversari (81°Bindi), Cappelli(61°Bigeschi), Iljazi(71°Sesti). a disp: Bettoni, Innocenti, Ponticelli, Meli, Baldini. all. Zavaglia Massimo
ANTELLA 99: D’Ambrosio, Bani, Grattarola, Maresca, Trabvglini, Vitale, Petracchi, Merciai, Olivieri, Castiglione, Tacconi. A disp.: Papi, Manets, Posarelli, Bargelli, Dolfi, Mignani, Fabbrini, Salvarezza. All.: Alari Stefano.
Ammoniti: 30°Carnevale(V), 33°Tacconi(A), 47°Maresca(A), 60°Bega(V), 90°Bani(A)

L’Antella 99 inizia il 2019 così come aveva terminato il 2018: in trasferta, contro una squadra – lo dice la classifica – più attrezzata, ottenendo un pareggio a porte inviolate. 0-0…con qualche rammarico per tornare in terra fiorentina, addirittura, con l’intera posta in palio.
Per i bianco-celesti è il quarto “X” filato: dopo la sconfitta nel derby, sono arrivati lo 0-0 contro il Porta Romana, l’1-1 contro lo Zenith Audax, i due 0-0 contro Baldaccio Bruni e, appunto, Valdarno. L‘Antella non perde né subisce reti per la terza volta in quattro uscite ma fatica tremendamente a buttarla dentro lasciando per strada quei punti che le consentirebbero di agguantare Foiano e Signa, le prime squadre fuori dai play out.

LA CRONACA
Il Valdarno, sfruttando la larghezza dello stadio di casa, impone da subito un possesso palla talvolta sterile, sfavorito anche dalle condizioni disagevoli del terreno. Ha per lunghi tratti la sfera ma, paradossalmente, è l’Antella a sfiorare il vantaggio: Castiglione viene servito in area, palla filtrante tra difesa e portiere al bacio per Olivieri che, però, non si fa trovare pronto all’appuntamento col tap-in. Il Valdarno, dalla sua, cerca di sfondare lateralmente e far valere la stazza su situazioni da fermo: da un corner, infatti, lo schema designato porta alla conclusione Traversari, il n.9 colpisce il pallone poi urla e finisce a terra. I locali recriminano la massima punizione ma il direttore di gara, Mangani, lascia proseguire. Si va negli spogliatoi.

Il secondo tempo è, come accade solitamente, meno ordinato, condizionato dalla stanchezza dei 22 in campo, di maggior intensità dunque più divertente.
L’Antella ha preso le misure al giro palla dei giallo-blu ed evita la melina sfiancante dietro la sfera, poi, quando può, tenta il colpaccio: il primo a provarci è Castiglione con una girata al volo che finisce sopra la traversa ed un tiro facile preda di Lampignano.
Le due occasioni più clamorose, però, arrivano negli ultimi dieci minuti, una per parte: per l’Antella è Merciai a vedersi ribattere sul palo il mancino ravvicinato mentre per il Figline è Mirante a lanciarsi in avanti in azione di contropiede, entrando in area ma concludendo con un destro impreciso allo scadere del tempo. A prendersi la palma di migliore in campo sono, come “prevede” uno 0-0 i due estremi difensori: Lampignano decisivo per la parata salva-risultato e D’Ambrosio con un intervento prodigioso in uscita bassa e la consueta sicurezza conferita al reparto difensivo

 

Ringraziamo Claudio Dolfi per la ricca fotogallery!