Eccellenza, Fofi e Rignanese inarrestabili: è lui il giustiziere dell’Antella al minuto...

Eccellenza, Fofi e Rignanese inarrestabili: è lui il giustiziere dell’Antella al minuto 87

343
0
CONDIVIDI

ECCELLENZA
24° GIORNATA
ANTELLA 99 vs RIGNANESE 0-1
Arbitro: Sig. De Marco Alessio della sez. di Lucca
Assistenti: Pacifici Andrea della sez. del Valdarno e Sig. Macripò Gianmarco della sez. di Siena
ANTELLA 99: Papi, Grattarola, Dolfi, Mignani, Travaglini, Vitale, Picchi, Maresca, Bargelli, Castiglione, Tacconi. A disp.: D’Ambrosio, Bacci, Manetti, Posarelli, Olivieri, Bani, Salvarezza, Fabbrini, Petracchi. All.: Alari Stefano
RIGNANESE: Vestri, Ranieri, Merola, Cioce, Canali, Privitera, Renieri(88°Molinu), Tozzi, Fofi(89°Sagnini), Serinelli, Ignesti(82°Spanu). a disp: Ferrari, Giannantonio, Guidotti, Montaguti, Fioravanti, Scassagreppi. All.: Nenciarini Francesco

Marcatori: 87°Fofi(R)
Ammoniti: 88°Renieri(R)

L’Antella 99 arresta la propria altalenante corsa verso una faticosa salvezza e subisce una sconfitta casalinga contro la Rignanese che fa male. Sofferta al minuto 87. Evitabile, immeritata.

CRONACA

L’Antella inizia col piede giusto, sfruttando l’artiglieria pesante con il trio Bargelli – Tacconi – Castiglione schierata in attacco. Le uniche due occasioni da rete, nel primo tempo, sono infatti di marca antellese: la prima per Bargelli che in mischia, per due volte, sbilanciato, calcia ma colpisce Vestri; la seconda per Tacconi, bravo a svettare di testa su cross di Castiglione, concludendo però alto.
Al 45° il piano partita cambia, causa un infortunio per il n.10 antellese: Castiglione sente tirare, teme uno stiramento e chiede il cambio, al suo posto Bacci, centrocampista con doti di contenimento.

L’andamento del match cambia nella ripresa: cresce il nervosismo, aumentano fisicità e disordine. La Rignanese cerca di non scomporsi più di tanto e si affida alle ripartenze dettate dalla velocità di Fofi, l’Antella si difende ma non riesce più ad attaccare.
Privitera al 75° sporca per la prima volta i guanti di Papi, fin lì sicuro nelle prese alte. Poi al minuto 87 il gol che sa di beffa: Fofi, già boia del Grassina nell’unica sconfitta patita dai rosso-verdi, si invola sull’out di sinistra, Vitale lo affronta, sterzata verso il centro del campo e tiro rasoterra da 6-7 metri che sorprende Papi. E’ il gol che decide la domenica.