Eccellenza, finisce come all’andata contro la Fortis: il Grassina sbaglia un penalty,...

Eccellenza, finisce come all’andata contro la Fortis: il Grassina sbaglia un penalty, per poi agguantare il pareggio nella ripresa

292
0
CONDIVIDI

ECCELLENZA
2° DI RITORNO
GRASSINA vs Fortis Juventus 1-1

GRASSINA: Burzagli, Stella, Benvenuti (80’Nuti), Degl Innocenti, Fani, Villagatti, Torrini (89’ Caschetto), Metafonti (80’ Fabbrini), Baccini (85’ Kthella) Bellini, Bruni (46’ Meacci). A disp.: Merlini, Martellini, Dell Olmo, Meacci, Fabbrini, Nuti, Caschetto, Vannoni, Kthella. All.: Innocenti Matteo
FORTIS JUVENTUS: Becchi, Olivieri, Cassai (80’ Innocenti), Barbero, Calzolai, Gurioli, Ammannati, Serotti, Guidotti (94’ Zeni) Donattini, Betti. A disp.: Bado, Galgano, Fontani, Fedele, Sozzi, Innocenti, Campagna, Zeni, Fusi Mic.. All.: Fusi Michele
ARBITRO: Balducci Filippo di Empoli, coad. da Coco Francesco di Pisa e Cappetta Carmine Gian Marco di Siena
RETI: 37° Donattini, 51° Baccini

Il Match è di quelli durissimi: molti falli da parte dei mugellani che a tratti rIescono a soverchiare i padroni di casa. La Fortis è squadra da trasferta (6 vittorie e due sconfitte, lontano dalle mura amiche) e in un momento assai positivo.
Il Grassina viene dall’orgasmica vittoria di Poggibonsi, in casa ne ha vinte 8 su 8…un match in sintesi che non poteva che promettere emozioni!
La sfida parte subito su ritmi alti e già nei primi 10minuti si registrano due buone occasioni per parte. L’impressione è che l’equilibrio sia destinato a non durare a lungo e gli ospiti dopo l’inizio frizzante del Grassina prendono il controllo della metà campo (sfruttando una invidiabile fisicità e una forse eccessiva benevolenza dell’arbitro). Non si può parlare di assedio, ma la pressione ospite legittimerebbe il vantaggio che giunge al 35’, tocca al bianco verde Donattini batter Burzagli di testa.

La reazione grassinese non è veemente, ma arriva un inatteso cadeau da Cassai che stende Belini in area, è rigore! Bruni va sul dischetto ma tira centralmente, Becchi respinge, Baccini fallisce il tap-in (terzo rigore fallito dal Grassina contro i mugellani tra la stagione corrente e la scorsa).
Paradossalmente i rossoverdi prendono fiducia e aumentano la pressione, ma al duplice fischio permane lo 0 a 1. Fuori Bruni nell’intervallo, gli subentra l’esperto Meacci che da sostanza al centrocampo grassinese.
Sembra un’altra partita, la prima parte di secondo tempo e il Grassina colleziona da subito diverse occasioni (tra punizioni e angoli), al 50’ secondo cadeau di giornata: Torrini subisce un altro fallo in area (prestazione un po’ sottotono per il 7bello rossoverde), altro rigore sacrosanto e stavolta Baccini non sbaglia! Con buona parte di ripresa da giocare, tutto è di nuovo in equilibrio.

Baccini 1-1

Pubblicato da Caffè 31 su Domenica 13 gennaio 2019

Il Grassina ci crede e preme, ma la Fortis è squadra ben messa in campo che difficilmente va in bambola; dopo lo “sfogo” grassinese succeduto al pareggio, si riorganizza riuscendo a imbrigliare la squadra ospitante che a onor del vero, non è parsa in forma smagliante.
Come nel Derby e contro la Rignanese, i Rossoverdi nel finale mettono in seria difficoltà l’avversario dimostrando una ferrea volontà di volere i tre punti, ma questa volta bisogna accontentarsi dell’ X. Risultato giusto e tutto sommato positivo considerando l’indubbio valore dell’avversario. Resta a distanza di sicurezza il Poggibonsi che vince a Porta Romana (ora a -4 dai rossoverdi).
I tifosi non lesinano applausi ai propri beniamini che però, escono dal campo sobriamente, come se avessero appena subito una sconfitta; mentalità da squadra che vuole vincere sempre e che non si accontenta.

Era la prima volta del Grassina nello stadio “casalingo”, dopo le prime chiare dichiarazioni delle brigate rispetto alla insoddisfazione nel dover disputare le gare interne al Pazzagli… Se sul campo fila quasi tutto liscio, qualche malumore comincia a esser palesato per la questione stadio anche con qualche coro.

 

Il rigore sbagliato da Bruni

Rigore sbagliato

Pubblicato da Caffè 31 su Domenica 13 gennaio 2019