CRC Antella “all’arrembaggio”: espugnato il Ferrone…e che gol per mr. D’Aquino!

CRC Antella “all’arrembaggio”: espugnato il Ferrone…e che gol per mr. D’Aquino!

ce la caviamo col titolo consigliato da Pippo Mara

500
0
CONDIVIDI

AMATORI, SERIE A1
2° GIORNATA
GREVIGIANA vs CRC ANTELLA 1-2 (D’Aquino, Marangio)

Il calcio amatoriale è bello perchè è così, sorprendente.
Giochi contro la Grevigiana ma al Ferrone e la prima domanda che ti poni è: ah, perchè al Ferrone c’è anche un campo?
Davvero! Poi, arrivi all’impianto, un buio pesto che c’è più luce ai giardini-su dell’Antella dove la gente si imboscava e sai già che sarà una serata difficile per chi soffre di miopia.
Infine, vedi la foto pre-match di Jack e ti fai una risata: le linee del campo disegnate con fantasia o, forse, con tre-quattro Ceres già in corpo.
Ma, nonostante ciò, la curva del CRC Antella è presente e canta per la squadra, alla ricerca della prima vittoria stagionale dopo lo 0-0 interno contro il Viesseux.
I primi 35 minuti raccontano di un match in totale equilibrio, quasi meglio la Grevigiana con le giocate del duo Bindi-Conti, poi, alla lunga, vien fuori l’armata di Mr. Baba fino a…è il 37°, ci vuole una folata, qualcosa che risvegli squadra e tifo, eccola: Tizi fa la sponda di petto a Dukwa, siamo lontani dalla porta, saranno 25 metri, anche defilati. Elogio della follia. Quella calcistica, che a volte paga: MD7, al secolo marco D’Aquino, colpisce di destro il pallone che balza, il tiro è perfetto, un pò maledetto e va morire là, sotto il sette, dove Gori non può arrivare. L’esultanza è sotto il settore, salto alla CR7 e mucchio alla rete scaldati dal rosso del fumogeno (multa!).
Ora, il video del gol non c’è, colpa nostra (di DCFNews) pertanto cerchiamo perdono con una poesia in “”””rima””” incrociata:

Oh Dukwa, l’hai messa là dove non batte il sole
lo stop di Tizi ed il tiro di destro
mi vien da chiedere: sogno o son desto?
e sotto il settore, lasciato senza parole

 

L’Antella, sul finale del primo tempo, avrebbe anche modo di raddoppiare ma lo 0-2 è impedito da un miracolo di Gori prima e da un fuorigioco segnalato a cap. Biondi poi.
La ripresa si porta avanti tra cose già viste e novità: il Dukwa che esce per crampi, ad esempio, è fra i deja-vu di serata mentre il Pisto che sfiora il gol su punizione è una piacevole sorpresa. Sulla conclusione dell’hip-hoppista mancino qualcuno tocca la rete, forse Gori, forse il pallone. La gol-line technology non è arrivata al Ferrone, la VAR non risolve l’arcano e l’arbitro dichiara NO-GOAL! Peccato. Lo 0-2 arriva al 75° e lo segna Marangio, in tuffo di testa, su azione di corner.
C’è anche il tempo per la rete della Grevigiana che inizia, senza concludere, un’impossibile rimonta. Finisce qui, con la curva che intona “Loggia, andiamo tutti all’arrembaggio” ed una prima vittoria stagionale che carica l’ambiente.

 

MD7, what else?

 

Uomo partita DCFNews (siamo seri): Marco Dukwa D’Aquino, tarantolato. Il gol gli dà fiducia, il piede è bollente e dopo la rete all’incrocio ci riprova con altre due conclusioni al volo di rara bellezza. Una sventata da un miracolo di Gori, l’altra a due centimetri dal palo con Gori stavolta immobile. Tira sempre te…per davvero!