Basket, Promozione: Impruneta torna alla vittoria e mostra alcune giocate sensazionali, battuta...

Basket, Promozione: Impruneta torna alla vittoria e mostra alcune giocate sensazionali, battuta la Poggibonsese

294
0
CONDIVIDI

BASKET, PROMOZIONE
4° giornata di ritorno
IMPRUNETA vs POGGIBONSESE 66-54

Dopo due sconfitte consecutive che avevano allarmato l’ambiente bianco-verde, Impruneta torna a sbrigare il proprio dovere: vincere al paesello, battendo la non irresistibile Poggibonsese, penultima a quota 4.
Match scontato? No, soprattutto per le premesse ansiogene dettate dal classico: “Abbiamo tutto da perdere”.
I ragazzi di Coach Cecio, infatti, non potevano sbagliare né approccio né atteggiamento né risultato: perdere avrebbe significato far saltare il banco della stagione, veder scappare il treno buono d’alta classifica, spezzare definitivamente l’incantesimo di inizio campionato.
Invece…

Impruneta ha espresso sul parquet la maggior qualità descritta sulla carta portando il parziale sul 23-13 già nei primi dieci minuti: gap consistente ma altalenante con la Poggibonsese capace di restare in partita e saturare la “ferita”.
A fine primo tempo, grazie ad un secondo quarto da 10-18 in favore degli ospiti, il tabellino raccontava un sorprendente -2 giallo-rossi: 33-31.
Da rimarcare la precisione di Cucini dalla distanza con due bombe dall’arco tra cui una di tabella non dichiarata e la mano bollente di Brenna, lo spara-tutto di casa, giocatore purissimo di catch&shoot.
L’azione CULT dei secondi dieci minuti, però, è firmata capitan Cocco ed è da “saltare sul divano” alla Meda o da “Mamma mia” alla Tranquillo o, ancora, da “Mamma butta la pasta!” alla Dan Peterson che dopo una giocata del genere si può andar via: penetrazione di Cordaro, Vergelli muove i piedi lateralmente con agilità, Cordaro prova il layup, Cocco salta e smanaccia la palla contro il vetro per una stoppata da capogiro. Poi, a tempo perso, si riversa in attacco, prende il rimbalzo e segna due punti facili.

La ripresa inizia con piglio aggressivo dei locali, decisi a chiudere il match: volontà che si fa realtà con un pizzico di mostarda sopra rappresentata da alcune giocate di alto livello.
A caricarsi la squadra sulle proprie possenti spalle è Fattori, uomo d’esperienza decennale, anche miglior realizzatore di giornata con 13 punti: lui, Sacconi e Cocco dominano a rimbalzo difensivo ed anche offensivo, occupano l’ultimo metro di campo con successo e smistano palloni dal post basso. Sono loro i veri seppur inconsueti registi dell’Impruneta. Da lì ribaltano il campo per il tiratore scelto, Brenna e Bruno in primis. Da lì vanno in fade-away o si buttano dentro cercando il fallo.
Nel momento migliore dei locali nasce anche “la giocata del match”: recupero della difesa, parte il contropiede, Brenna serve Cocco con un assist leggermente lungo, allora il n.5 non la mette in terra ma col no-look-pass serve, prima di calpestare la linea di fondo, l’accorrente Ristori. Appoggio alla tabella, retina che si muove.
I bianco-verdi, con una piccola accelerata, mettono dieci punti tra sé e la Poggibonsese, distanza che si rivelerà incolmabile fino alla sirena finale, suonata sul 66-54.
Da citare anche la stoppatona imperiale di Fattori sul contropiede ospite, vallata oscurata e palla spedita sul muro!

La prossima gara, fuori casa, si giocherà contro la Futura Automazioni Scandicci Basket, a quota 10, ghiotta occasione di ottenere un nuovo risultato positivo e riprendere a macinare punti in vista del periodo clou dell’annata.