Basket, prima vittoria del 2018 per l’Impruneta: i bianco-verdi sono la 4°...

Basket, prima vittoria del 2018 per l’Impruneta: i bianco-verdi sono la 4° forza del campionato!

battuto nonostante le basse percentuali al tiro il Montevarchi

243
0
CONDIVIDI

BASKET, PROMOZIONE
12° GIORNATA
IMPRUNETA vs MONTEVARCHI 43-36

“Vincere anche giocando male”, si dice, sia la forza delle grandi squadre, la sveglia sintomatica di una crescita collettiva che mira al risultato, anche nelle giornate no.
Il 2018 del Basket Impruneta inizia come da pronostico: vittoria casalinga contro un Basket Montevarchi meno quotato, stagnante nella parte bassa della classifica. Sofferta, non spumeggiante, senza vedere il canestro…ma, come dichiarato da capitan Cocco a fine match: “L’importante era portare a casa due punti”. Missione compiuta.
Sul campo, un dato statistico su tutti ben esprime le difficoltà domenicali dell’impruneta: i ragazzi di Coach Cecio, solitamente bombaroli dall’arco con quantità considerevole di tentativi da tre e buone percentuali hanno piazzato in 40 minuti di gioco una sola bomba, a firma Casalini, addirittura di tabella non dichiarata.

Il primo quarto è lo specchio sfumato dell’intero match: percentuali basse, punteggio basso ed attacchi frenetici, chi chiappa il rimbalzo porta la palla di là e, senza passaggi, tenta l’arrivo al ferro. Le difese lo aspettano e ben si chiudono. In sostanza non si fa canestro. Si ricorda un acuto di Paolini in contropiede servito da Rustichini, qualche tiro libero e poco altro; poi, nell’ultimo minuto del primo quarto, un lampo di luce coglie Impruneta che costruisce un mini-parziale con Sacconi in tear-drop al centro dell’area e Paolini in jumpshot da due: 13-6 dopo 10 minuti.

Il secondo quarto dichiara l’inizio delle chase-down di Biondi, insormontabile difensivamente: a memoria 4-5 stoppatone di cui alcune, favolose, alzando il chilometrico braccio destro su azione di tiro dell’avversario e deviando la sfera sul rilascio. Gigante. La difesa di Impruneta coadiuvata dalla pochezza offensiva del Montevarchi – eccezion fatta per il partitone di Thioub – tiene per metà quarto gli ospiti sotto la doppia cifra. Poi, lampo negli attacchi: l’ultima azione è di marca Montevarchi con penetrazione del n.8 non tenuta da Gavagnin che prova la stoppata al vetro, invano. 20-17.

Coach Cecio, negli spogliatoi, prova a scuotere i suoi, riuscendoci a metà: il rientro infatti è di marca locale con un nuovo allungo firmato Rustichini, Paolini ed il neoarrivato Ranauro. 27-18. Il match sembra andato ma il piglio imprunetino è di quelli da far saltare le coronarie al Coach: tant’è che il Montevarchi rientra in gara con tre canestri filati, uno dei quali siglato da Landi in gancio old-style…bello il giusto ma efficace. Risponde Gigli con il long-two dopo un buon movimento di palla in attacco: è il 31-26. Siamo agli ultimi dieci minuti e Cocco si sblocca nel match con 4 punti consecutivi, due appoggiati al tabellone con bank-shot e due non facili in contropiede controllando un assist missile di Gigli e appoggiando al ferro. 35-26 ma ancora, del famoso ghiaccio da porre sul risultato del match, non v’è traccia. A 3 minuti dalla fine il tabellone dice 39-31, presto aggiornato sul 39-36 per merito di rimbalzi offensivi concessi al Montevarchi e di due canestri con tanto di and1 dello scatenato Thioub, 13 a fine gara e top scorer di giornata. Prove generali di rimonta che, tuttavia, si concludono qui: l’Impruneta dà un’ultima mini accelerazione al match e la chiude, stavolta si, sul 43 a 36. Poteva esser tutto molto più facile? Certo che si ma le giornate uggiose all’interno di un campionato ci sono state e ci saranno: gestirle e portare a casa il massimo del risultato, Impruneta docet, è la reale svolta di una fruttuosa stagione.

 

Da sottolineare, oltre al consueto sostegno della GAP50023, è l’installazione in questo 2018 del nuovo tavolo per gli Ufficiali di Campo, di nuovi cubi per i cambi e di nuove panchine: un’operazione finanziata, come tiene a precisare Marco Canuti dal Basket Impruneta con il contributo del Banco Fiorentino, tale da consentire messa a norma ed omologazione del Palazzetto di Impruneta, adesso più sicuro.

 

Clicca sulle foto per vederle nelle dimensioni originali

 

CONDIVIDI
Articolo precedente“Living d’Autore”: alla Roccart Gallery di Firenze la nuova mostra di Maurizio Biagi e Manila Bennati, in collaborazione con Rosy Gioia
Articolo successivoCinema CRC Antella: “Wonder” dal 12 al 14 gennaio