Amatori CRC Antella, un pareggio d’oro…nel segno di Bomber DKW

Amatori CRC Antella, un pareggio d’oro…nel segno di Bomber DKW

Impresa contro la seconda della classe per i ragazzi di Mr. Baba

577
0
CONDIVIDI

Dunque partirono. In quattro, dal Peruzzi, sulla Para-mobile, verso una meta ben precisa: Lastra a Signa. Coraggiosi ma mai domi, per sostenere la propria squadra anche in trasferta, malgrado questi venerdì calcistici non riescano proprio a prendere quota.
Poco male. Ed arrivarono, pure in orario, al campo…

San Miniato vs Antella, ovvero seconda contro penultima della classe.
I pronostici dei tifosi, durante il viaggio in macchina, parlavano chiaro: “Oggi se ne piglia cinque…minimo”.
Il morale era quello giusto. Saliti sugli spalti, a strizzar gli occhi, i quattro cavalieri dello Zodiaco – ai quali si aggiunse il quinto, Pio – videro stranezze di formazione che li fecero ben sperare: su tutti, big-Tizi in attacco dal primo minuto. Dunque Massi Cammilli dirottato esterno come ai vecchi tempi e DKW a sprizzare fantasia da ogni poro.
Una serata di calcio da non perdere…
Tra gli assenti infatti ecco Pepo (levalo!), Tommy Forte, Andre D’Aquino, Burki, Massimo Marangio ed altri. Quando, poi, Mr. Baba è stato costretto a sostituire per infortunio casa-base-Jack e mettere sul campo Bubu-l’enigmista, allora si che il venerdì ha assunto ogni crisma per diventare “cult”.
Ma il meglio doveva ancora venire…infatti l’Antella, brillante e solida, riuscì addirittura a portarsi sullo 0-1 con la rete che tanto attendevamo, firmata Marco D’Aquino, da oggi rinominato (da se stesso) Bomber DKW: sponda di Cammilli, cross perfetto di -tre-ciabatte-Pisto e zampata in stirata, sotto la traversa, di Dukwa. Un gol da manuale, esemplificazione di un calcio semplice ma efficace. Esultanza alla Grosso di pura liberazione e via…belle cose. Dagli spalti, felicissimi per la prima rete stagionale di Bomber DKW, qualcuno sentenziò: “Ora si può anche perdere…”

Il match scorreva via liscio mentre il Cerdo, rigenerato dalla cura anti-fia somministrata da Mr. Baba, si esibiva in due parate da urlo: la prima con deviazione sulla traversa, complice nel miracolo, la seconda con un istinto mostruoso con sfera spedita in angolo. il San Miniato spingeva, attaccando sulla fascia sinistra dove i giocatori “Orange” si moltiplicavano davanti ad un Bubu in evidente stato confusionale…tanto da, cosa rara e strana, non mandare nel reparto “rianimazione” neanche un avversario.
Il gol era tuttavia nell’aria, infine arrivò. Azione San Miniato, palla filtrante che Tommy Bacci cercò di intercettare in scivolata prima di arrivare all’attaccante, palla piena, anche gamba (ma dopo), l’arbitro a 380 metri dall’azione fischiò rigore. Si consultò col guardalinee, dunque confermò la sentenza. il Cerdo veniva spiazzato e… 1-1.
Mancavano ancora venti minuti circa, l’Antella rifugiata nella sua metà campo riusciva a resistere…fino alla fine. Giusto così.
Un pareggio d’oro che premiava tutti: mister, giocatori e tifosi.
Adesso testa alla prossima, in casa, tra le mura amiche di ………………………………………….. San Polo. Non chiedetemi il perché!